I racconti di due studentesse del liceo Classico pubblicati in un volume della Mondadori

Il Liceo “R. Settimo”, diretto da Irene Cinzia Maria Collerone, ha partecipato al Concorso  “Ve lo racconto io, il mito”, indetto dall’AICC  Antico e Moderno (Associazione Italiana della Cultura Classica) e organizzato nell’ambito della Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura ellenica (https://www.aicc-anticoemoderno.com/evento/ve-lo-racconto-io-il-mito-2/).

Dieci alunni, appartenenti alle  classi I e II C ad indirizzo Classico, seguiti dalla prof.ssa Maria Luisa Longo, hanno partecipato al Concorso, scrivendo  un testo individuale in cui era richiesta la trasposizione di un mito greco in un racconto in chiave moderna.

Due alunne della seconda classe, Irene Amico e Giulia Nicosia, si sono distinte nel gruppo ed i loro racconti sono stati giudicati fra i migliori da una giuria competente e saranno, pertanto, pubblicati nel  volume “Ve lo racconto io, il mito 4”, edito da  Mondadori.

Irene Amico ha presentato il  racconto dal titolo  “Il mostro in prima pagina” (trasposizione del mito di Medusa) mentre Giulia Nicosia ha scritto il racconto “Mi chiamavano “zingara” (trasposizione del mito di Medea).

I racconti concorrono per l’inserimento nella classifica finale di merito,  che premierà i cinque migliori racconti.  I nomi dei vincitori  saranno  resi noti giorno 8 febbraio, durante gli eventi programmati per la Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Ellenica.

In ogni caso i testi  delle alunne  Irene Amico e Giulia Nicosia  saranno oggetto di pubblicazione.

Un plauso alle provette scrittrici,  ringraziandole per aver dato un  personale ed interessante  contributo, testimoniando con le loro narrazioni l’eterna attualità del mondo classico che non è certamente lontano dai giovani, ma si rivela sempre ricco di spunti e di opportunità di riflessione.

Commenta su Facebook