I poliziotti della squadra mobile donano buoni spesa alla Croce Rossa Italiana di Caltanissetta

310

“Caltanissetta si rivela ancora una volta città solidale in quell’ipotetico abbraccio virtuale di grande famiglia che il COVID 19 sta creando nella nostra città”. Così il presidente del comitato di Caltanissetta della Croce Rossa Italiana, Nicolò Piave, commenta la donazione di buoni spesa effettuata in favore delle famiglie in difficoltà da parte dei poliziotti della squadra mobile.

“Le iniziative solidali si moltiplicano e le associazioni del terzo settore continuano incessantemente ad essere vicine alle famiglie fragili ed in difficoltà per il fermo lavorativo, per l’impossibilità di poter fare anche qualche lavoretto saltuario che comunque dava la possibilità di poter mandare avanti la famiglia. Con dignità molte famiglie sono arrivate a dover chiedere a chi non avrebbero mai pensato, alla Croce Rossa Italiana, a dover fare la fila per poter prendere un aiuto che li possa aiutare per questo mese. I buoni spesa uno strumento diventato quotidiano nella nostra vita grazie al Governo che ha finanziato i Comuni per la distribuzione di questo aiuto caritatevole. Ma anche gli uomini dello Stato, che per fortuna di tutti i cittadini non si sono mai fermati, anzi lavorano alacremente per il rispetto delle varie ordinanze, hanno deciso di venire incontro ai cittadini in difficoltà. Ed è cosi che gli uomini e le donne della Polizia di Stato – Squadra mobile diretti dalla dott.ssa Grazia Giustolisi – si sono mossi e con la celerità che li contraddistingue anche in questo, hanno donato parecchi buoni spesa per aiutare i meno fortunati. Senza clamore i buoni sono già stati consegnati alle famiglie da parte dei volontari della Croce Rossa Italiana che ormai da oltre venti giorni sono costantemente attivi in questo difficile ma gratificante compito di dare una possibilità alle famiglie di potersi nutrire, perché il COVID 19, tra i suo tanti effetti negativi, ha tolto anche la possibilità di vivere serenamente la propria quotidianità a milioni di persone”.

Commenta su Facebook