I Moderati per Caltanissetta alla giunta: “Il centro storico al buio, così non ci può essere sicurezza”

206

Il Gruppo Consiliare  dei “Moderati per Caltanissetta”, formato da  Guido Delpopolo, Rita Daniele, Walter Dorato e Giada Ambra interviene in merito ai lavori per l’ammodernamento dell’illuminazione pubblica nel centro storico.

I Consiglieri ritengono insufficiente  l’azione dell’amministrazione comunale, volta alla sostituzione dei fari e delle lampade che illuminano il centro storico e, in particolare, il tratto della ZTL di Corso Vittorio Emanuele e l’isola pedonale di Corso Umberto I.

“Dopo circa cinque anni di richieste da parte dei residenti e dei commercianti delle suddette aree , che con forza chiedevano al Sindaco di potenziare  l’illuminazione pubblica, il Sindaco  ha pensato bene di sostituire la vecchia illuminazione con una nuova che potrebbe anche risultare più moderna ma che di fatto ha abbassato notevolmente l’intensità della luce nelle vie del centro.

Questi lavori  hanno  creato tanta preoccupazione tra i residenti ed i commercianti che, a chiusura delle proprie attività e con in tasca l’incasso della giornata, si sono sentiti poco sicuri a causa del buio fitto creatosi  lungo la prima parte del  Corso Vittorio  Emanuele a chiusura delle luci dei propri negozi.

I lavori di sostituzione delle lampade, iniziati  all’ingresso della ZTL e, ad oggi, arrivati sino all’Università, hanno evidenziato, soprattutto,  la differenza tra  questo tratto (con le nuove ed insufficienti lampade) ed il resto del Corso con le vecchie e storiche luci che illuminano abbastanza il restante tratto.

Non entriamo nel merito tecnico della suddetta sostituzione  e non ci interessa il wattaggio o la conta delle lampade nuove perché ai cittadini interessa il risultato finale che, ad oggi, in questa prima parte del Corso,  è davvero pessimo!

Ci auguriamo che l’Ente possa ricavare un risparmio in termini di costi di energia, ma chiediamo al Sindaco  di farsi un passeggiata in centro e prendere atto che questa illuminazione non è affatto sufficiente ai fini della sicurezza di un quartiere che in questi ultimi mesi ha ricevuto, grazie a tutte le forze dell’ordine,finalmente più attenzione .

Pensiamoche ormai il Sindaco, certo della sua impopolarità e certo inoltre di aver fallito nel suo progetto politico, abbia deciso di non candidarsi  più, ma potrebbe almeno, a fine mandato ed a sei mesi dalle nuove elezioni amministrative, evitare di creare danni alla nostra Città con scelte scellerate ,occupandosi esclusivamente di  ordinaria amministrazione e lasciando infine  al nuovo Sindaco il compito di amministrare e  colmare il vuoto politico di questi ultimi anni.

Questa è una ulteriore dimostrazione di incapacità di una Amministrazione che non ha mai  brillato in questi anni e che ha deciso di “spegnerelentamente il cuore  della nostra Città!!! “

Commenta su Facebook