Happy Hour al Museo Diocesano per ridare vita al giardino della Chiesa S.Croce. Ne usufruiranno i bambini del quartiere.

1856

Mons. Pino La Placa vicario del Vescovo (1)Un momento di convivialità, oggi definito “happy hour”, è stato organizzato, mercoledì 1 luglio, dal Museo Diocesano, allo scopo di raccogliere fondi per rendere agibile una parte del giardino annesso alla Chiesa di Santa Croce (Badia). L’iniziativa ha una duplice finalità. Quella di creare un’area giochi da mettere a disposizione dei bambini del quartiere e quella di dare un po’ di lavoro ai disoccupati che, in quel quartiere ci vivono.
Alla presenza di padre Alfonso Incardona rettore del Seminario, di padre Pietro Riggi parroco di Santa Croce, è stato il vicario del Vescovo, Mons. Pino La Placa, a porgere i saluti personali e quelli del Vescovo assente. Ma è stata la direttrice del Museo, d.ssa Francesca Fiandaca, a spiegare nel dettaglio l’iniziativa e a ringraziare tutti i 26 sponsors che hanno aderito all’iniziativa. Un saluto anche all’assessore alla solidarietà Piero Cavaleri, assente per motivi istituzionali, che ha dato il suo patrocinio gratuito.
Nel corso dei ringraziamenti ha precisato:”il primo ringraziamento, però, va a tutti quanti voi che quest’anno avete frequentato le sale del DSC_2709Museo animandole e dando loro vita. Approfitto – ha continuato Francesca Fiandaca – che il Museo ha raggiunto il numero ragguardevole di diecimila visitatori. È un record assoluto che ci teniamo a sottolineare”.
“Mi hanno chiamato da Roma – ha aggiunto la direttrice del Museo –  per comunicarmi che l’Agenzia dei Vescovi Italiani della CEI si è interessata a questa nostra iniziativa. Hanno saputo attraverso i canali telematici di questa happy hour del Museo Diocesano di Caltanissetta e hanno voluto che mandassimo tutta la documentazione perché si sono entusiasmati per il progetto”.
Naturalmente ha preso la parola anche padre Pietro Riggi. “Non mi dilungherò – ha detto – e mi unisco ai ringraziamenti che sono stati fatti. DSC_2728Da quando sono parroco di Santa Croce, ho visto tanta povertà che non avrei mai immaginato esistesse qua a Caltanissetta. Ma posso dire che il Signore mi aiuta perché siamo riusciti a fare tanto quasi senza soldi”.
Dopo l’aperitivo, servito nei curatissimi giardini del palazzo Vescovile, si è passati nei saloni nei quali era allestito il ricchissimo buffet su diversi tavoli. Allietati dalle melodie della Corale della parrocchia di San Pietro, gli intervenuti hanno potuto gustare le innumerevoli delizie messe a loro disposizione.
Ben vengano queste iniziative se non sono fine a se stesse ma hanno l’obiettivo di portare un po’ di aiuto a chi ne ha bisogno. E sono tanti.
Nota della Redazione:
a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              
Cliccare sulle foto per ingrandirle

 
 
 

Commenta su Facebook