“Guai a te se ti candidi”. Lettere minatorie alla consigliera Ritalba Mazzè

1763

La Digos della Questura di Caltanissetta ha acquisito due lettere minatorie pervenute sabato nella posta dell’Asp 2 di Caltanissetta, inviate al direttore del modulo dipartimentale di salute mentale, Ritalba Mazzè, consigliere comunale uscente.

Nelle lettere si intima alla Mazzè di non ricandidarsi.  “Due lettere minatorie anonime – rivela la stessa Mazzè – contenenti minacce per la mia vita qualora mi ricandidassi alle prossime elezioni comunali di Caltanissetta. Gli inquirenti della Digos, cui mi sono immediatamente rivolta, stanno svolgendo le indagini di competenza”

Commenta su Facebook