Grossista di Padova truffato da tre nisseni. Fornisce €90 mila di carni, riceve assegno 'cabriolet'

588

Carne caricoPrima ordinano un quantitativo piccolo e lo pagano regolarmente, e così fanno la seconda volta e via via tutte le volte che è necessario per acquistare la fiducia del fornitore. Poi, quando il distributore è ormai convinto di aver trovato un nuovo buon cliente, ordinano il grande carico, l’ultimo, che è proprio quello che non pagheranno mai. Più o meno è questa la modalità con cui agiscono le organizzazioni nissene dedite alla truffa, reato peraltro in forte aumento negli ultimi anni. Ed è questo quello che dev’essere capitato a un grossista di carne di Padova, che ha presentato denuncia ai Carabinieri nei confronti di 3 acquirenti nisseni a cui ha fornito carne per 90 mila euro ottenendo in cambio un “assegno cabriolet”, scoperto. I tre truffatori, tutti nisseni, per accreditarsi quali ottimi clienti hanno prodotto anche copie di bonifici falsi, mai pagati.  Vittima della truffa un 38enne di Villa del Conte, tale F.F. I carabinieri di Tombolo a cui si è rivolto per sporgere denuncia sono riusciti a rintracciare i responsabili, tutti denunciati. Si tratta di 3 siciliani residenti nella provincia di Caltanissetta: il 35enne I.G., il 25enne S.C. e il 35enne A.R.

Commenta su Facebook