"Grande Piazza". Circolo PD Centro Storico. "Primo passo ma arredo urbano assente".

590

La Grande PiazzaRiflessioni del Circolo Centro storico sull’esito dei lavori della Grande Piazza

I risultati del questionario proposto nei giorni scorsi da Confesercenti e Confcommercio confermano ciò che da tempo noi sosteniamo: la grande maggioranza dei nisseni condivide l’esigenza di procedere nel programma di un’ampia pedonalizzazione del Centro Storico, che individui una differenziazione in aree totalmente pedonalizzate o a traffico limitato. Il Circolo “Centro storico” PD, pur esprimendo soddisfazione per questo importante primo passo, non può non esprimere le proprie perplessità, preoccupazione ed anche rammarico.

Perplessità per l’esito dei lavori: nessuna presenza di panchine, illuminazione, aiuole, cestini porta rifiuti o altro arredo urbano. Vanno create le condizioni per rendere davvero vivibile e accogliente l’area pedonale, garantendo l’accesso soltanto ai bus urbani (preferibilmente elettrici), ai mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.

Corso Umberto nuovo - Isola pedonalePreoccupazione per come l’Amministrazione ha dichiarato di voler procedere nel completamento del salotto cittadino: “Inizialmente questo tratto di Corso Umberto I° verrà lasciato così com’è, (…), in modo da renderci conto degli spazi e di come questi verranno vissuti dalle persone.” Non condividiamo assolutamente l’idea di procedere per tentativi e successive approssimazioni come se fossimo all’anno zero della disciplina urbanistica e del dibattito sulla nostra Piazza. Occorre al contrario avere un progetto unitario e coerente degli interventi da realizzare nelle aree soggette ad ulteriori e auspicabili progetti di pedonalizzazione (tra cui l’imminente ripavimentazione del primo tratto di Corso Vitt. Emanuele), evitando il ripetersi di interventi estemporanei ed a macchia di leopardo (pavimentazione, illuminazione, arredo urbano).

Rammarico perché questa è l’occasione per conferire alla parte più pregiata dal nostro centro antico il suo aspetto definitivo. Invece, dopo decenni di ipotesi e dibattiti (oltre al concorso), si aspetta di rendersi conto e decidere sul da farsi per poi, magari, intervenire in modo frammentario e non coordinato in un disegno complessivo. Ma perché non tenere conto dei suggerimenti scaturiti dal Concorso “ La Grande Piazza” che già prevedeva interessanti proposte sugli arredi e su tutta la sistemazione urbana?

cittadini del PDE’ evidente, inoltre, che qualsiasi progetto non può prescindere da una revisione sostanziale della mobilità urbana, un servizio efficace di trasporto pubblico e un sistema di parcheggi che risponda seriamente anche alle esigenze dei residenti e di quanti svolgono la propria attività lavorativa nel Centro Storico. A nostro avviso è necessario verificare le previsioni del Piano Urbano del Traffico e della mobilità urbana, rendendolo sempre più funzionale al Progetto di pedonalizzazione. Appare in tal senso non condivisibile la scelta dell’Amministrazione di eliminare dal Piano Triennale delle Opere Pubbliche il parcheggio previsto dal P.U.T. in via Rosso di San Secondo (accanto alla scuola media Verga), in grado di intercettare il principale e più consistente flusso veicolare in ingresso verso il Centro Storico e, quindi, in grado di ridurre drasticamente l’intasamento del nodo “Grazia”. Il progetto “alternativo” voluto dall’Amministrazione di un parcheggio multipiano nell’area ex Gil non appare risolutivo né per la capienza prevista né per l’ubicazione marginale rispetto ai flussi veicolari.

Nessuna amministrazione nei prossimi decenni, ne di destra né di sinistra, potrà prendersi il lusso di rimettere mano ai lavori che verranno realizzati adesso e nei prossimi imminenti interventi. Per queste ragione non deve essere perduta l’occasione di realizzare un assetto urbanisticamente coerente e di elevata qualità architettonica.

Caltanissetta, 16 novembre 2012

Il Circolo PD “Centro Storico”

Commenta su Facebook