Gli studenti del Volta a lezione di primo soccorso

532

Noi ragazzi del CUORE: questa la denominazione dell’attività formativa sulle tecniche di primo soccorso e sull’ arresto cardiocircolatorio o B.L.S.D. (basic life support defibrillation), indirizzata agli studenti del triennio, ai docenti di Scienze e Scienze Motorie ed al personale A.T.A. dell’IISS A.Volta.

L’azione, inserita nel progetto dell’Alternanza Scuola Lavoro, viene svolta in partenariato con l’ASP  di Caltanissetta ed in particolare con l’Unità Operativa del Servizio di emergenza urgenza del ”118”, diretta dal dott. Misuraca, sotto il coordinamento delle  dott.sse Antonella  Campo e  Bianca Alessi  per l’ASP  e della prof.ssa Giusi  Lima,  responsabile del progetto presso il Liceo scientifico. L’attività si svolge presso la palestra minore del Liceo Scientifico e prevede cinque incontri di formazione della durata di quattro ore ciascuno.

Il percorso formativo, conforme al comma 10 della legge 107 sulla Buona Scuola che contempla la formazione nel primo soccorso, è stato avviato durante il corrente anno scolastico e proseguirà anche il prossimo, al fine di formare cittadini capaci di far fronte alle situazioni di emergenza sanitaria, in raccordo con le attività di soccorso svolte dal Servizio di emergenza territoriale “118” e determinando un significativo ed esponenziale incremento dell’efficacia delle stesse.

Il progetto pertanto, come ribadito dal Dirigente Scolastico, prof. Vito Parisi, assume la connotazione di significativo arricchimento culturale dei giovani, ma soprattutto si prefigge di costituire un fattore determinante per una drastica riduzione della mortalità evitabile nel nostro Paese.

I partecipanti, studenti compresi, concluso il corso, conseguiranno l’attestato di formazione sia sulle tecniche di primo soccorso sia su quelle di intervento per l’arresto cardiocircolatorio e, per un più incisivo impatto sul territorio, realizzeranno come prodotto finale una guida contenente indicazioni sul primo soccorso, che potrà essere distribuita nella stessa scuola ed anche all’esterno. Numerosi gli studenti che hanno aderito all’iniziativa, che favorisce l’acquisizione di competenze trasversali, inerenti l’ambito scientifico e della cittadinanza attiva.

Commenta su Facebook