Gli studenti del Rapisardi incontrano l’Unitalsi. Per conoscere “una storia di servizio”

860

All’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Mario Rapisardi gli alunni delle classi terze, quarte e quinte hanno incontrato nei giorni scorsi la Presidente della Sezione nissena dell’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) Antonella Gambino.

L’ITCG Rapisardi nel suo POF stabilisce come obiettivi quello di individuare percorsi mirati alla partecipazione consapevole alla vita sociale e civile ,  lo sviluppo del  comportamento solidale e quello di favorire lo sviluppo della dimensione intellettuale, affettiva e sociale dell’alunno. Durante l’anno scolastico organizza numerosi incontri formativi che possano contribuire al raggiungimento di tali obiettivi e che formino cittadini sensibili alle varie problematiche del mondo moderno, ponendosi al servizio degli altri come “cittadini attivi”. In tal senso si muove l’incontro con l’UNITALSI.

Quella dell’Unitalsi  è  infatti una “storia di servizio” che dal 1903, anno della sua fondazione, si è sempre alimentata del desiderio di essere uno “strumento” , per  portare la speranza dove c’è disperazione, un sorriso dove regna la tristezza. L’associazione,  partendo dai pellegrinaggi,   realizza  una serie numerosa di progetti in grado di offrire risposte concrete ai bisogni di ammalati, disabili, persone in difficoltà.

Durante l’incontro, organizzato dallaprf.ssa Antonella Scarantino,  i volontari  dell’UNITALSI (Rosa Natale, Rosario Sardo, Annarita Milano, Rossana Abate)  hanno presentato i molteplici “Progetti Unitalsi” ma soprattutto sono state portate testimonianze di vita e di esperienze significative maturate in seno all’associazione. Particolarmente emozionante è stata la testimonianza di Melissa Ippolito, socia dell’Unione, che ha raccontato le esperienze personali vissute in seno all’UNITALSI.

Gli studenti al termine dell’incontro hanno mostrato, attraverso le loro domande, una presa di coscienza dell’importanza de volontariato nella vita personale di un uomo ma anche del tessuto sociale.

Commenta su Facebook