Gli studenti del Liceo Classico R. Settimo, all’ONU in rappresentanza dell’Italia.

4090

Ventiquattro studenti del Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo”, nel corso di questa settimana, stanno rappresentando l’Italia delle sedute del “Global Classrooms International High School Model United Nations Conference” che si tiene a New York nella sede delle Nazioni Unite (http://www.onuitalia.com/eng/2016/05/12/2000-high-school-students-take-unga-22-italians-model-un-begins/).

La dirigente Irene Cinzia Collerone
La dirigente del Liceo R.Settimo Irene Cinzia Collerone

Hanno assunto il ruolo di uno stato membro, insieme con 1.958 studenti provenienti da 18 paesi del mondo e hanno partecipato ad incontri con specialisti provenienti da Harvard e Princeton. 

Gli studenti Abate Gabriele, Ardillo Mauro, Assennato Cesare, Cerasa Maria Laura, Costa Giorgio, Dell’Utri Simona, Di Bartolo Maria Luisa, Di Forti Alessia, Ferrara Simona, Ferro Dalila, Gallo Arianna, Giuliano Alessandra, Lacagnina Paola, Mastrosimone Francesca, Morgante Maria Grazia Antonietta, Porracciolo Paola, Riggi Emanuela, Savoja Sofia Maria, Scivoli Paola, Scuto Marta,Torregrossa Desire’, Tramontana Alessandro, Trapani Flavia e Vendra Giuliana si sono preparati a questo importante evento seguendo un corso di 50 ore tenuto in lingua inglese dell’esperto esterno Janette Henriette Van Geenen nonché responsabile dell’Associazione Global Citizens.

Dopo aver scelto di rappresentare la Costa Rica e l’Uruguay gli studenti in coppia hanno preparato i loro position papers, opening speech e hanno approfondito le tematiche relative alle commissioni cui erano stati assegnati come Unesco, FAO, World Bank, ecc.

La dirigente Irene Collerone e la prof.ssa Nadia Rizzo
La dirigente Irene Collerone e la prof.ssa Nadia Rizzo
La prof.ssa Aurelia Speziale
La prof.ssa Aurelia Speziale

Giunti a New York e accompagnati da Andrea Zimarmani dello staff della Global Citizens e dalla prof. Nadia Rizzo (che ha condotto gli studenti a visitare anche gli straordinari spazi museali del MET e del MOMA) hanno avviato le procedure della Conferenza che è stata ufficialmente aperta nella General Assembly Hall dell’ONU e partecipano come delegati alle varie commissioni dove si stanno confrontando con giovani di tutto il mondo per portare avanti le loro proposte cercando di allearsi con altri delegati di altri Paesi per arrivare ad una risoluzione condivisa sottoscritta da tutti i delegati della stessa commissione.
Un lavoro impegnativo in cui ognuno mette in gioco tutto se stesso: dal carattere alle capacità relazionali, dalle competenze linguistiche e comunicative alle conoscenze per avanzare proposte significative che aprono nuovi orizzonti per il futuro del Mondo.

La dirigente Irene Cinzia Maria Collerone si è inoltre prodigata affinché questa fosse l’occasione per premiare studenti che si sono distinti nello studio, due dei quali hanno fruito di borse per merito scolastico, offerte alla Global Citizen e dalla BCC “G. Toniolo” di San Cataldo.

Commenta su Facebook