Giovanna Marano. La pasionaria che infiamma la sinistra nissena (Guarda)

982

Giovanna Marano Una Giovanna Marano passionaria, con grande grinta si è presentata questa mattina ai cittadini di Caltanissetta e alla sinistra nisena presente in gran numero presso l’aula magna della Camera di commercio. Affiancata da Salvatore Messana, segretario provinciale di Italia dei Valori e da Giuseppe Iacono, coordinatore di SEL, la Marano, che è anche sostenuta da Federazione della Sinistra e Verdi, non ha risparmiato gli avversari dai quali li distingue “uno spartiacque etico visibile a partire dalla nostre facce”, ha detto l’ex segretaria di FIOM-Cgil Sicilia.

Guarda il VIDEO del’Intervento di Giovanna Marano a Caltanissetta

Innanzitutto i costi della politica. “Quando da Repubblica ci hanno chiesto di aderire all’appello per ridurre i costi della Politica parlamentare abbiamo risposto che il nostro programma prevede molto di più. Oltre ai costi della poltiica bisogna infatti ridurre i costi degli apparati”, ha detto la Marano tra gli applausi.

l'intervento della MaranoE tra gli apparati indica tutte le società miste pubblico-privato e le partecipate della regione “costate centinaia di miliardi ma che non sono servite a creare un solo valido progetto di sviluppo e di lavoro per i nostri figli”.

La sinistra per Marano SEL IDVPer l’esponente della  Sinistra e di IDV va introdotto in Sicilia il Reddito minimo di inserimento “per emancipare i giovani dalla schiavitù del clientelismo e della politica”.

Capitolo Università. “Abbiamo tre università pubbliche in Sicilia e mentre si discuteva di politecnico del mediterraneo, facendo ricorso a nomi altisonanti, si è persa l’opportunità di utilizzare tutti i fondi messi a disposizione dell’Europa per il nostro sistema di istruzione e Università. Le aziende non sono più collegate con la nostra facoltà di ingegneria di Palermo e invece andrebbe potenziata la ricerca scientifica non solo a servizio dell’impresa ma anche per studiare le soluzioni idonee al nostro territorio come il dissesto idrogeologico”.

Un altro punto chiaro della Marano, uno spartiacque, come ha detto lei in conferenza stampa, è il “no” secco al Governo Monti che sta solamente aumentando il divario tra le classi sociali pesando sempre più sulle famiglie ed i lavoratori e non creando posti di lavoro.

Marano tra la gentePrima di intervenire alla CAmera di Commercio Giovanna Marano ha passeggiato per le vie del centro storico incontrando gli imprenditori, i commercianti ed i cittadini presso il mercato della Strata a foglia. Anche in questa occasione è stato grande il calore e la  curiosità per l’unica candidata donna della sinistra.

In conferenza stampa, invece, la Marano è stata preceduta dalla presentazione dei candidati delle liste provinciali a supporto della sua candidatura alla presidenza, ovvero delle liste “Fava Presidente” di SEL e di Italia dei Valori e di Fds e Verdi.

Giovanna Marano con Salvatore Messana e Angela Amico

Commenta su Facebook