Giovani UDC sul voto. Successo nonostante astensionismo e vecchie lacerazioni

519

Giovani UDC“Si è riunito nella tarda mattinata di venerdì il Coordinamento Provinciale dei Giovani UDC di Caltanissetta. Tema dell’incontro è stata l’analisi del dato politico emerso nelle ultime elezioni in Sicilia per il rinnovo dei membri dell’ARS e per eleggere il nuovo Presidente delle Regione. Anzitutto è stato registrato il risultato siciliano del partito di Centro che ha visto confermare nella quasi interezza l’esito delle scorse elezioni regionali seppur in un clima completamente diverso per via del fortissimo astensionismo e dell’avanzare incessante del voto di protesta più che di proposta.

La riflessione si è poi spostata sul dato provinciale nel quale si è riscontrato un successo dell’UDC nell’intero territorio nisseno (primo partito a San Cataldo, secondo a Caltanissetta, terzo nell’intera provincia mettendo alle spalle MPA/PDS, PDL, PID e Lista Crocetta). Tale riuscita va letta nell’ottica del contesto provinciale che ha visto l’UDC, nel recente passato, lacerarsi e ricostruire una proposta politica seria senza riferimenti istituzionali locali all’ARS o al Parlamento nazionale. L’esito è stato possibile grazie ad alcuni fattori essenziali che hanno caratterizzato in positivo la proposta specifica dell’UDC provinciale: apertura ad alcuni membri della società civile per la formulazione della lista; lavoro di squadra, che denota l’esistenza di un progetto e di uno staff dirigenziale di alto livello, che ha condotto all’elezione come membro dell’ARS di Gianluca Miccichè. Il Movimento Giovanile dell’UDC consapevole di aver contribuito con le proprie forze a tale risultato, continuerà a proporre un’alternativa credibile di rinnovamento della vita politica dei partiti. Il punto di riferimento per fare questo è l’articolo 49 della Costituzione Italiana che sancisce il diritto di tutti i cittadini italiani di associarsi liberamente per determinare democraticamente la politica a livello nazionale, come nella prospettiva locale. Per fare ciò, alla luce del riferimento all’ARS che l’UDC provinciale ha conquistato nella persona dell’on. Miccichè, come giovani cercheremo sempre più di rappresentare il collante tra la piazza e l’Istituzione nel tentativo di far avanzare una rinnovata proposta politica credibile e utile per il nostro territorio. Il successo del MV5 Stelle fondato, gestito e rappresentato da Grillo può come un vaccino portare effetti benefici per l’intera politica partitica. I partiti oggi sono ad una svolta: il nostro tentativo e il nostro impegno va verso il rinnovamento con un progetto di società che è esente dal cavalcare la rabbia e la protesta dei populisti. Ci faremo promotori di incontri con associazioni giovanili laiche e cattoliche, con i movimenti giovanili degli altri partiti per ratificare con l’impegno di tutti il vero cambiamento che sta nel servire in politica preoccupandosi dei territori e dei cittadini. Il risultato dell’intero UDC provinciale va verso questa direzione: come un pungolo stimoleremo l’azione dello stesso non tralasciando di metterci alla stanga per far avanzare una proposta di gestione diversa dei partiti”.

Coordinamento Giovani UDC provincia di Caltanissetta

Presidente Rocco Gumina

Commenta su Facebook