Giovane ucciso fuori discoteca. Il Cordoglio del sindaco di San Cataldo alla famiglia Naro

1498

Esprimo a nome personale e dell’intera collettivita’ di San Cataldo i più vivi sentimenti di cordoglio, vicinanza e solidarieta’ alla famiglia Naro per la tragica ed inspiegabile perdita del loro congiunto Aldo”.

Il sindaco Modaffari con il giudice Cammarata
Il sindaco Modaffari con il giudice Cammarata

Così il sindaco di San Cataldo, Giampiero Modaffari ha espresso il cordoglio suo e della città di San Cataldo alla famiglia gravemente colpita da un lutto, per la perdita del proprio figlio Aldo Naro, giovane appena laureatosi in Medicina a Palermo e morto stanotte davanti una discoteca di Palermo, il Goa.
Dalle prime notizie si apprende che a causare la morte del giovane potrebbe essere stato un violento calcio al collo. Il 25enne era in discoteca con amici e pare sia stato coinvolto in un parapiglia insieme a numerosi altri giovani presenti dentro la discoteca. Un episodio come tanti ne accadono in discoteca che fuori dal locale, però, ha poi avuto un tragico epilogo

Commenta su Facebook