Giornate FAI di Primavera, a Caltanissetta e Gela entusiasmo, partecipazione e rigenerazione culturale

L’entusiasmo di tantissimi visitatori, quello degli studenti Apprendisti Ciceroni, la conoscenza del territorio e la riapertura al pubblico dopo tanto tempo di luoghi a lungo rimasti inaccessibili. Le Giornate FAI di Primavera promosse dalla Delegazione di Caltanissetta guidata da Giulia Carciotto si chiudono con un successo che inorgoglisce tutto il gruppo di lavoro, che nelle ultime settimane si è dedicato con passione e dedizione alla promozione e organizzazione dell’evento. Tre gli appuntamenti proposti tra sabato e domenica scorsi: a Caltanissetta l’eccezionale apertura della Masseria Santa Barbara e dei suoi giardini, a Gela la passeggiata alla scoperta della Chiesa del Carmine fino alla Villa Comunale, tornata protagonista della vita quotidiana della città proprio grazie alle Giornate FAI, e centro della lectio della prof.ssa Ingoglia riguardante il ruolo e gli scavi in quest’area durante l’età greca.

Nel pomeriggio di domenica, le condizioni meteo hanno imposto un’anticipata chiusura della manifestazione ma il risultato è stato comunque raggiunto. Un vero e proprio lavoro di squadra, grazie alla collaborazione della Delegazione di Caltanissetta e di chi ha fatto la propria parte per la riuscita dell’evento. Un grazie affettuoso va allora alla famiglia Alù-Termini, alla prof. Caterina Ingoglia, a don Nunzio Samà e alle sezioni locali della Protezione civile, della Croce rossa italiana e dell’Associazione nazionale carabinieri. Grazie anche a Gegar srl, Frame garage e al Liceo artistico di Gela. Un ringraziamento particolare per la collaborazione al Comune di Gela e al Comune di Caltanissetta.

Encomiabili gli Apprendisti Ciceroni degli istituti superiori “Galilei” di Caltanissetta ed “Eschilo”, “Sturzo” e “Majorana” di Gela. Grazie a loro e ai dirigenti scolastici, ai docenti e ai formatori: il prof. Mulè, l’arch. Mauro e il dott. Falcone per Gela, il dott. Cassetti, il dott. Cutrera e il dott. Falci per Caltanissetta. Infine, un ringraziamento speciale a tutti i volontari, delegati, amici del FAI e a tutti i partecipanti per aver contribuito a questa straordinaria esperienza delle Giornate FAI di Primavera 2022.

Commenta su Facebook