Giornata mondiale salute della donna. Il 30 ottobre visite ginecologiche e informazioni gratuite

719

La Giornata Mondiale della salute della donna con consulenze gratuite alle donne, organizzata dall’Associazione Italiana di Urologia Ginecologica e del Pavimento Pelvico (A.I.U.G.). A Caltanissetta il 30 ottobre 2017 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 si effettueranno visite gratuite presso lo studio del dottor Giuseppe Giannone in Piazza Giovanni XXIII n. 25 (Tel 093421167), che come ogni anno fornirà anche informazioni complete su incontinenza urinaria, disfunzioni perineali, i fattori di rischio, quali sono i sintomi, il corretto stile di vita, piano terapeutico, le infezioni alle vie urinarie, il dolore pelvico cronico, la cistite interstiziale, il prolasso, oltre a consigli riguardanti la postura, prevenzione e sicurezza attraverso una buona e sana alimentazione.

Gli specialisti volontari accompagnano la Donna in un percorso di consapevolezza con la campagna di informazione sulle disfunzioni dell’apparato uro-genitale e del pavimento pelvico, di modo che si possa avverare un sogno: DONNA= DISAGIO ? MAI PIU’!

Essere Donna. Due parole che racchiudono un universo fatto di soddisfazioni ed eventi meravigliosi, che modificano il corpo nel corso della vita, e il modo in cui la Donna si vede. E’ un percorso grandioso, ma quando qualcosa va storto….. subentra la vergogna, l’imbarazzo, la scarsa autostima. Conoscere le cause delle disfunzioni dell’apparato uro-genitale e del pavimento pelvico, scoprirne le soluzioni ed effettuare la prevenzione con l’aiuto di specialisti, può far sì che gli organi preposti a far vivere i grandi momenti della vita femminile possano “tenere il passo” negli anni e non indurre la Donna a piegare la testa.

Il problema non è da sottovalutarsi: dei “piccoli inconvenienti” (incontinenza, prolasso, dolori pelvici, cistite, ecc.) in Italia si lamentano circa sei milioni di Donne. Il dato è importante. Soprattutto perché le pazienti ignorano che esistono le cure e si costringono a comportamenti fortemente condizionati nella sfera lavorativa, sociale e sessuale. Inoltre, sottovalutando le principali cause (prima gravidanza, attività sportive o lavorative ad alto impatto fisico e menopausa) non si informano sulle attività di prevenzione che ne limiterebbero l’insorgenza.

La sintomatologia può presentarsi in giovane età e peggiorare progressivamente con gli anni soprattutto in coincidenza con la menopausa o con malattie. Nel periodo post-menopausale almeno una donna su tre accusa disturbi correlati a tale patologia.

La corretta informazione potrà fare realizzare una proficua prevenzione, fare conoscere, in caso della presenza di disturbi, le opportune terapie per migliorare la propria qualità di vita migliorando tutti gli aspetti della vita di relazione compreso anche la vita di coppia.

Sito web dedicato: www.disagiomaipiu.it

Commenta su Facebook