Ginecologia e neurochirurgia scoperte di notte. Miccichè (UDC) presenta interrogazione urgente

Gianluca Miccichè UdcInterrogazione urgente del deputato regionale dell’Udc, Gianluca Miccichè sulla carenza di personale di guardia medica h24, nel presidio ospedaliero S.Elia di Caltanissetta.

“E’ stato segnalato alla Direzione dell’Ospedale S.Elia di Caltanissetta – scrive il deputato centrista – la difficoltà a coprire le guardie mediche attive h24, per de-potenziamento dell’organico da parte del dirigente provvisorio del reparto di Ginecologia e di Neurochirurgia”.

“La mancanza di personale – spiega Miccichè – crea inevitabilmente un disservizio e che da tale disservizio, segnalato più volte dall’utenza, possono originarsi danni e complicazioni”. Miccichè, nell’interrogazione, rileva “che il presidio, nel reparto di Ginecologia, è costituito da 8 medici e 10 Ostetriche e che tre medici sono stati esonerati nel turno di notte per motivi di salute in quanto affetti da varie patologie. Un medico, essendo prossimo alla pensione (dicembre 2013) presta servizio notturno una volta alla settimana e due medici prestano servizio in tre turni differenti, mentre sei Ostetriche sono a tempo indeterminato e quattro sono in scadenza di contratto al 31 Dicembre 2013”. Questa la situazione in Ginecologia.

Nel reparto di Neurochirurgia, il deputato nisseno denuncia la “mancanza di personale tale che la disponibilità per eventuali prestazioni in urgenza-emergenza potrà essere garantita solo nelle ore diurne e che i medici assegnati in reparto non possono quindi prestare servizio nelle ore notturne”.

La Direzione, con una circolare, si è assunta la responsabilità di lasciare qualche giorno settimanale scoperto di guardia attiva, affidandosi alla reperibilità in caso di emergenza. Ma esiste un decreto assessoriale del 9/8/2013 che determina la dotazione organica dei punti nascita, tale da consentire l’attivazione del servizio di guardia H24 e la circolare, del 18/10/2013 n. 4373 che invia, al presidio ospedaliero, le schede di verifica dell’adeguamento agli standard delle unità operative”.

Il deputato regionale nisseno interroga quindi il Presidente della Regione e l’Assessore Regionale alla Salute per sapere, “se siano a conoscenza di quanto rappresentato, se intendono attivare iniziative per trovare una risoluzione tese a integrare il personale di Ostetricia e Neurochirurgia nelle guardie mediche attive H24”.

Insieme al deputato nisseno del UDC, hanno firmato l’interrogazione urgente a risposta scritta altri otto deputati di diversa estrazione politica, di maggioranza e opposizione.

Commenta su Facebook