“Gessi tra i passi” 2015. Un concentrato di arte, musica e allegria nella Piazza Madrice di San Cataldo.

2588

Vedere una piazza piena di ragazzi con il loro vocìo allegro e festante, è qualcosa che infonde buon umore. Se poi i ragazzi sono anche degli artisti che rilanciano l’antica arte dei Madonnari, diventa un piacere parlare con loro e gironzolare tra le loro opere.
Un simpatico ragazzo tra i tanti presenti nella piazzaA creare questa piacevole atmosfera la terza edizione di “Gessi tra i passi”, manifestazione organizzata dall’Istituto Filippo Juvara, che si è svolta  sabato 9 maggio nella Piazza Madrice di San Cataldo. Referenti del progetto, che ha visto la partecipazione di studenti di ogni ordine e grado, sono la prof.ssa Manuela Giglia ed il prof. Luigi Di Salvo. Tanti i ragazzi impegnati a disegnare soggetti di natura religiosa. Insolita, quanto piacevole, “la pittura su corpo” realizzata da un giovane di  Canicattì, Andrea Di Pasquali, che dipingendo sul corpo della modella Valentina Angotti, ha inteso mettere in luce le “varie sfumature del gesso”.
 
Intervista a Valentina Angotti e Andrea Di Pasquali

Intervista ad Adriana Taschetti, “ospite d’onore” della manifestazione

Presenti all’evento, i ragazzi della Scuola Media Giovanni Verga di Caltanissetta, guidati dalla prof.ssa Rosetta Galiano.Particolare del disegno di Adriana Taschetti
Ad arricchire la  “gara” tra Madonnari, nella vicina Chiesa di San Giuseppe si sono tenuti numerosi concerti in quanto “la musica  – come ci dice il prof. Di Salvo – va da sempre a braccetto con l’arte sacra”. Ammiratissima, la  mostra  dei “San Pauluna” imponenti e solenni, come già tutti conosciamo e che costituiscono il fiore all’occhiello della città di San Cataldo.
Una manifestazione che raccoglie ogni anno moltissimi consensi non solo tra i ragazzi che hanno la possibilità di mettere in mostra la loro capacità artistica, ma anche tra i genitori e i docenti che si spendono volentieri per fare crescere un evento che costituisce un valido motivo di aggregazione e di socializzazione.
Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery, per farne uso pubblico, ricordiamo l’obbligo di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″.
Cliccare sulle foto per ingrandirle

Commenta su Facebook