Gela, uccise moglie con cinque colpi di pistola davanti figlia piccola. Arrestato per scontare la pena

45

Nel maggio del 2010 aveva ucciso la moglie con cinque colpi di pistola davanti alla loro figlia di due anni a Gela (Cl). Oggi è stato arrestato dai carabinieri a Mascalucia (Ct) in esecuzione di un ordine di espiazione di una pena detentiva a 14 anni di reclusione emesso dalla Corte di Appello di Catania.

Protagonista della vicenda, un’ex guardia giurata che oggi ha 35 anni, Nicola Incorvaia. Subito dopo l’uxoricidio l’uomo era fuggito portandosi via la figlia, minacciando di uccidere anche lei prima di suicidarsi, ma per telefono un amico lo aveva convinto a desistere e a consegnarsi alla polizia. Incorvaia, dopo le formalità di rito, è stato associato ad una comunità terapeutica assistita.

Commenta su Facebook