Gela, padre e figlio a bordo di una motoape con rifiuti speciali: arrestati dai carabinieri

293

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Gela, nel corso di un servizio volto a contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti ed il trasporto non autorizzato degli stessi, hanno tratto in arresto due gelesi, C.C. 56 anni e C.F., 20 anni, padre e figlio, già noti alle Forze dell’Ordine trovati intenti a trasportare a bordo di una moto-ape (e in presenza di dichiarata emergenza rifiuti della Regione Sicilia) senza titolo, un carico di rifiuti speciali non pericolosi costituito da materassi, ferraglia, sacchi neri pieni con all’interno materiale di risulta, il tutto sottoposto a sequestro ed affidato a depositeria autorizzata. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati ristretti e posti a disposizione della Procura della Repubblica di Gela.

Commenta su Facebook