Gela (CL). Prelevavano sabbia dall’arenile della riserva Biviere. Arrestati dai carabinieri

293

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela e quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato per furto aggravato in concorso, tre persone incensurate, originarie di Vittoria (RG).

I militari dell’Arma, impegnati in un servizio di controllo del territorio ricompreso nella Riserva Naturale Orientata “Biviere”, hanno sorpreso i tre mentre caricavano su due grandi autocarri un ingentissimo quantitativo di sabbia marina, prelevata dal demanio marittimo di contrada Bulala, a poche decine di metri della linea della battigia.

L’area presa di mira è di interesse paesaggistico e naturalistico, fa parte di una Zona a Protezione Speciale (Z.P.S.) ed è un Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.).

I Carabinieri hanno accertato che gli arrestati si erano già impossessati di 84 metri cubi di sabbia, destinata ad essere utilizzata nel settore agricolo. Un così importante prelievo di sabbia avrebbe causato un gravissimo danno idrogeologico all’arenile.

Sono stati sequestrati l’escavatore e gli autocarri utilizzati dai tre.

Il Magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela, ha disposto che i tre venissero tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo.

Commenta su Facebook