Gaspare Sturzo a Caltanissetta. "Vecchia politica con candidati presi in prestito". Ascolta l'intervista

815

Ascolta l’intervista con il candidato di Italiani Liberi e Forti e Movimento Civico – Gaspare Sturzo 

Sturzo Liberi e FortiSi è presentato intorno alle 16 e 30 al cospetto di circa 300 persone all’Hotel San Michele di Caltanissetta il candidato del polo civico Gaspare Sturzo, che prima di entrare nella sala congressi dell’hotel si è concesso per un’intervista ai giornalisti. “Siamo qui con gli amici ed i concittadini siciliani per rimarcare la differenza tra noi e la vecchia classe politica fallimentare”. Sturzo ha chiaramente fatto riferimento all’ampia fascia di astensione dal voto, richiamando coloro he sono sfiduciati e invitandoli ad ascoltare il programma del Polo civico.  Sturzo ha detto che dopo il fallimento dell’esperienza politica appena trascorsa alcuni partiti hanno fatto ricorso a personaggi presi in prestito da altri partiti. Il riferimento è ovviamente all’Udc, il partito di Casini che guarda allo stesso elettorato di Sturzo, ovvero i cattolici. Forse il candidato di Italiani Liberi e Forti si sarebbe aspettato una maggiore convergenza su un progetto marcatamente cattolico. Lo stesso Sturzo è il presidente del Centro Internazionale di Studi Luigi Sturzo. Del resto Don Sturzo, di cui Gaspare è pronipote, fu fondatore del Partito Popolare Italiano e con l’appello agli Italiani liberi e forti seppe coniugare l’impegno nella chiesa e in politica. I partiti di centro, invece, sono divisi tra Udc, che sostiene Crocetta e Cantiere Popolare che sostiene Musumeci. Ecco, allora, che l’appello di Gaspare Sturzo al popolo dei nono votanti, in realtà è una sirena accesa anche per i votanti e sembra suonare, più o meno, come un appello al voto disgiunto.

Ascolta l’intervista con il candidato di Italiani Liberi e Forti e Movimento Civico – Gaspare Sturzo 

Commenta su Facebook