Furto in appartamento in centro storico. Pregiudicato incastrato dalle impronte digitali

1165

Denunciato dalla polizia un 39enne, identificato quale l’autore di un furto commesso nel gennaio del 2015, in un abitazione di via Barone Lanzirotti, nel centro storico. L’uomo, con numerosi pregiudizi di polizia, è stato incastrato dalle impronte digitali. Si era impossessato di 900 euro in contanti, preziosi e di un frigorifero. La Squadra Mobile lo ha denunciato in stato di libertà.

Il malvivente dopo aver scardinato il portone d’ingresso, si introdusse all’interno dell’edificio e, dopo aver sfondato il pannello della porta in legno di un appartamento, al piano rialzato, si introdusse all’interno.

Una volta dentro rovistò tutte le stanze e si appropriò della somma in contanti di 900 euro, di vari oggetti preziosi e di un frigorifero.

Gli specialisti della Polizia Scientifica nel corso del sopralluogo eseguirono i rilievi tecnici repertando alcune impronte digitali sul pannello in legno della porta sfondata.

Le comparazioni eseguite dalla Polizia Scientifica hanno consentito di associare le impronte al 39enne. L’uomo annovera a suo carico numerosi precedenti penali specifici di furto in abitazione ed altri reati contro il patrimonio.

Commenta su Facebook