Furti negli appartamenti. Tre georgiani fermati con il grimaldello

1389

Fermati e controllati 3 georgiani sospetti in possesso di chiavi e grimaldelli che si aggiravano con fare sospetto in Via Niscemi a bordo di un autovettura. Nel pomeriggio di ieri i poliziotti della Sezione Volanti, hanno intercettato e sottoposto a perquisizione e controllo i tre georgiani, di cui uno con precedenti di polizia per i reati di furto aggravato, false dichiarazioni e reati inerenti l’immigrazione clandestina, a bordo di un autovettura. Gli agenti, insospettiti dal loro atteggiamento, li hanno portati in Questura.

Dalla perquisizione sull’autovettura, celati nel vano autoradio sono saltate fuori le chiavi artigianali in metallo, il famoso chiavistello bulgaro, in una versione artigianale, utilizzato per aprire le serrature e un altro idoneo allo scasso, sottoposti a sequestro. I georgiani residenti a Reggio Calabria, non sapevano fornire spiegazioni plausibili circa la loro presenza a Caltanissetta, nè giustificazioni sul possesso degli oggetti sequestrati. Al vaglio le misure da adottare nei loro confronti.

Di certo, come pubblicato nel nostro giornale mesi fa, una delle piste per spiegare i furti in appartamento, è proprio quella georgiana. Da Tiblisi, infatti, arriva la segnalazione di un computer rubato a Caltanissetta e dalla stessa città venivano un gruppo di georgiani arrestati a Palermo per furti in appartamento. Ma del resto questa non è una novità eclatante. E’ noto che tra le bande di ladri specializzati in appartamenti, ci sono bulgari, georgiani e pregiudicati dell’est europeo.

Commenta su Facebook