Furti in abitazione, la Mobile arresta un minorenne. Al vaglio del Gip altri possibili fermi

1319

Arrestato dalla Polizia di Stato un altro ladro di appartamenti, incastrato dalle impronte digitali.‬

‪Ad appena due giorni dall’arresto di Rocco Collodoro, stamane i poliziotti della Squadra Mobile nissena, hanno tratto in arresto un altro pregiudicato minorenne, di 16 anni, specialista in furti in abitazioni.‬

‪Il minore è stato raggiunto da un’ordinanza cautelare che lo colloca in comunità, emessa dal G.I.P. del Tribunale dei Minori di Caltanissetta, Francesco Pallini, su richiesta del P.M. del Tribunale dei minori, Simona Filoni, con la quale gli è stata contestata la commissione di un tentato furto aggravato, previo danneggiamento dei luoghi di accesso, commesso lo scorso 30 dicembre 2013, all’interno di un’abitazione in via Restivo.‬

‪Gli investigatori guidati dal capo della Squadra Mobile Marzia Giustolisi, in collaborazione con la Polizia Scientifica, stanno compiendo mirate indagini al fine di identificare i soggetti che negli ultimi mesi si sono resi autori di furti, sia in abitazioni cittadine che in edifici pubblici.

Il tentato furto oggetto del provvedimento è stato compiuto dal minore in collaborazione con un soggetto maggiorenne.I ladri, dopo aver frantumato un vetro di una finestra, si introdussero all’interno dell’abitazione, in un piano terra, non curandosi nemmeno che il proprietario si trovava a casa. ‬

‪La vittima, udito il forte rumore, vincendo la paura, trovò due giovani intenti a rovistare nei cassetti, che alla vista del padrone di casa cercarono di darsi a precipitosa fuga; uno di essi, un pluripregiudicato nisseno 23enne, venne bloccato dallo stesso padrone di casa e arrestato dai poliziotti sul posto, mentre il minore riuscì a dileguarsi.‬

I rilievi tecnici da parte della Polizia Scientifica delle impronte digitali hanno consentito di identificare il minore oggi arrestato.‬

Il fermato, nonostante la giovanissima età, appena sedici anni, annoverava a suo carico numerosi precedenti penali specifici di furto in abitazione ed è stato più volte tratto in arresto in flagranza di reato, sia all’interno di un altro appartamento che stava svaligiando, che all’interno di un edificio scolastico cittadino dove stava scassinando dei distributori automatici di bevande per asportare le monete ivi contenute.‬

“‪Proseguono da parte della Polizia di Stato le investigazioni al fine di individuare altri autori di furti cittadini e le risultanze investigative raccolte sono al vaglio della Magistratura al fine dell’emissione di misure restrittive.”, chiarisce il capo della mobile, il vice questore aggiunto, Giustolisi.

Il minore, di cui la questura non ha diffuso le generalità, è difeso dall’avvocato di fiducia Maria Francesca Assennato, del Foro di Caltanissetta, ed è stato accompagnato presso una Comunità specializzata per minori ad Aragona (AG), a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta su Facebook