Furti e atti vandalici nei negozi. Confcommercio chiede un incontro al Prefetto

447

“Adesso la misura è colma. Sembra che a Caltanissetta i criminali si sentano impuniti infatti continuano ad aumentare atti vandalici contro attività commerciali. E’ necessario un intervento forte per fermare questa escalation davvero preoccupante per tutti, residenti, imprenditori, turisti”. E’ quanto afferma il Presidente della Confcommercio di Caltanissetta Gero Nicoletti.

“Gli imprenditori si sentono sempre più vulnerabili e attaccabili dalla criminalità. Si assiste sempre più spesso ad una pericolosa escalation di episodi criminosi di spaccio, furti, borseggi e rapine. La sicurezza è una nostra priorità gli imprenditori hanno tutto l’interesse a lavorare in una città sicura e decorosa, dove il rispetto delle regole è garanzia per tutti: residenti, commercianti, turisti. La criminalità è un grave ostacolo allo sviluppo e in uno scenario come l’attuale di imprese già stremate da anni di crisi, le risorse sottratte dalla criminalità sotto forma di furti o rapine, contraffazione e abusivismo risultano ancora più dannose e intollerabili, gravando gli imprenditori di una sensazione di insicurezza che rende più pesante la loro già difficile quotidianità. Confcommercio Caltanissetta vuole aprire un dialogo franco e serrato con: Prefetto, forze dell’ordine e amministrazione. Senza sicurezza non ci può essere libertà d’impresa, lo ripetiamo sempre. Si deve creare una task force speciale sulla sicurezza come strumento per monitorare e raccogliere feedback degli imprenditori e costituire un osservatorio utile alle forze dell’ordine e alla polizia municipale per incrementare i livelli di sicurezza sul territorio a tal fine è stata inviata nota di richiesta per un incontro a S.E. Prefetto”, conclude il Presidente Nicoletti.

Commenta su Facebook