Furti cavi Enel, agricoltori senza corrente. Prefetto Valente: “Colpire collettori di rame”

1029

In seguito all’ennesimo furto di cavi elettrici di rame della rete Enel nelle campagne vicino a Delia, il sindaco Gianfilippo Bancheri e l’assessore all’Agricoltura Antonio Gallo si sono rivolti al Prefetto di Caltanissetta, Carmine Valente. Le linee elettriche colpite dai furti, si trovano nelle contrade di Cappellano, Ramilia-Cardè, Grasta, Grastilla, Ferrara e Gebbiarossa, in territorio di Caltanissetta, in zone a vocazione agricola. “La situazione è diventata ormai insostenibile ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri rivolgendosi al Prefetto. I nostri produttori sono preoccupati per i danni economici conseguenti alla mancanza di corrente elettrica. Anche i residenti sono allarmati per l’assenza di illuminazione. E’ auspicabile inoltre che le Forze dell’Ordine rafforzino i controlli sul territorio”. Il Prefetto ha condiviso pienamente la situazione di disagio e le preoccupazioni degli agricoltori. “Quello dei furti di cavi elettrici è un fenomeno importante e complesso – ha detto il Prefetto Valente – con ripercussioni di natura economica e sociale e conseguenze per l’ordine e la sicurezza pubblica. Serve un vero e proprio lavoro di intelligence e l’impiego mirato ed efficiente di mezzi e di risorse per colpire direttamente i collettori. Ecco perchè il Governo, di recente, ha creato l’Osservatorio nazionale sui furti di rame, istituito presso il dipartimento della Pubblica sicurezza, direzione centrale della Polizia criminale”.

Il Prefetto ha giudicato plausibile la richiesta avanzata dagli esponenti politici volta ad assicurare, ad opera di soggetti pubblici, un sostegno economico ai cittadini danneggiati dalle azioni criminose. Conclusivamente il Prefetto ha evidenziato che il ripristino delle linee elettriche da parte dell’Enel avverrà il più presto possibile tenuto conto delle oggettive difficoltà operative.

Commenta su Facebook