“Full Dance Academy”. Al Pala Cannizzaro danza per tutte le età. Giulia D’Alessandro e Giovanni Virgitto ospiti d’eccezione.

2446

Marina Castiglione dà il benvenuto al pubblicoIl ballo è fatto per gli adulti? Niente affatto, il ballo è per tutti.  Lo hanno dimostrato i maestri Mirko e Igor Colaprisca, della Full Dance Academy, che sabato 28 giugno hanno organizzato al Pala Cannizzaro di Caltanissetta un lungo spettacolo di danza che, in realtà, si dovrebbe chiamare di ballo. “La differenza è minima  – dice ai nostri microfoni la presentatrice Mariangela Rizza che è cresciuta all’ombra della danza – ma credo si debba fare per distinguere i danzatori dai ballerini che sicuramente creano due mondi diversi”. La manifestazione è stata organizzata per presentare tutte le coppie che frequentano la Full Dance Academy nelle sedi di Caltanissetta, Agrigento, Sommatino e Riesi e che hanno seguito il corso di ballo. Sono stati eseguiti i più svariati balli che la disciplina contempla come Hip Hop, danza classica,  balli caraibici, balli di gruppo, balli di coppia come il tango argentino e  latino-americani come samba, cha cha cha, rumba, jive e paso doble.

Dopo il saluto del neo assessore alla Creatività e Cultura Marina Castiglione, alla quale è stata consegnata una targa a titolo di ringraziamento per la sua DSC_0234presenza, hanno “aperto le danze” i bambini del 1° turno della scuola di Sommatino che, con la loro festosa presenza e sotto gli occhi attenti di genitori e amici hanno dimostrato come, iniziando da piccolissimi , si possano raggiungere risultati di rilievo già nell’infanzia. Hanno sicuramente impressionato i balli di coppia eseguiti da bambini di 10-12 anni che si sono cimentati con successo  in quei balli, tipo mazurka, polka e tango che forse tutti desidereremmo conoscere, ma ci dobbiamo accontentare a fare da spettatori. Recondito desiderio che si è acuito quando sono entrati in pista le coppie di ballerini adulti, sia della classe “A” sia della classe “B” che con i loro volteggi sicuramente frutto di grande preparazione ed assiduo allenamento, hanno meritato gli applausi loro tributati.

Intervista scomoda ma efficaceImpossibile citare tutti i ballerini – davvero tanti –  e tutti i balli che sono stati eseguiti. Dobbiamo però fare delle eccezioni la prima delle quali riguarda la bella e instancabile  trainer della scuola di ballo Sabrina Bocchino che, con grande maestrìa, ha guidato numerose esibizioni mettendosi alla testa del gruppo. Ed a proposito di gruppi, non possiamo non citare “le signore balli di gruppo Caltanissetta” che, in diverse entrate, si sono esibite in Merengue Chachacha, baciata ed altri balli latino-americani. Si tratta di otto signore, professioniste,  insegnanti ed ex insegnanti ( Miranda, Linda, Mirella, Dalila, Carmela, Assunta, Giusy e Cinzia) che suscitando, probabilmente, l’invidia delle signore presenti, che magari vorrebbero imitarle ma non ne trovano il coraggio, si sono messe in gioco in una disciplina che può fare soltanto del bene al corpo ed allo spirito.

Intervista alla presentatrice Mariangela Rizza

Ma siamo arrivati al clou della serata, il momento tanto atteso delle esibizioni di due grandi ballerini internazionali, ospiti degli organizzatori e che hannoGiulia e Giovanni simbolo della Sicilia nelle competizioni internazionali dato lustro alla manifestazione. Si tratta di Giovanni Virgitto e Giulia D’Alessandro, due giovani con la danza nel sangue, simbolo della Sicilia nel mondo, finalisti in numerose competizioni internazionali. Hanno intrattenuto il pubblico come meglio non era possibile immaginare: grinta, passione e determinazione sono il credo di questi due ballerini che ballano con tale entusiasmo e con tale maestrìa da spingere lo spettatore a chiedersi come facciano ad essere così bravi. E allora glielo abbiamo chiesto: “Intanto  – ci dice la bellissima Giulia D’Alessandro, finalmente rilassata dopo le straordinarie esibizioni –  bisogna averlo dentro e bisogna crederci con  tutta la forza”. “Questa passione – aggiunge il partner Giovanni Virgitto –  bisogna coltivarla già da piccoli e noi abbiamo iniziato a 6 – 7 anni. Tanti sacrifici e tante rinunce, viaggiamo spesso e stiamo lontano dalla famiglia e dagli amici. Però, per noi la danza è la nostra ragione di vita”.

Tutti avrebbero voluto che, nonostante l’ora tarda, i due campioni continuassero a ballare ma la serata volgeva al termine e già tutti i partecipanti cominciavano a schierarsi per le foto ricordo.

“Io sono molto soddisfatto – ci dice alla fine della serata il maestro Igor Colaprisca – perché è già il 19° saggio che noi portiamo qua in questo Palazzetto e abbiamo avuto sempre buon riscontro con tantissimi atleti che  hanno portato tutte le discipline”.

Intervista ai ballerini internazionali Giovanni  Virgitto e Giulia D’Alessandro

Intervista al maestro Igor Colaprisca della Full Dance Academy

Ottima organizzazione, ospitalità di prim’ordine, ospiti d’eccezione e atmosfera festosa hanno caratterizzato questa manifestazione, svoltasi tra gli applausi del pubblico e migliaia di flash che hanno immortalato la magia della danza in tutte le sue forme.

Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery – per farne uso pubblico – ricordiamo che la legge impone di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″

 

Commenta su Facebook