Fuggono all’alt della Polizia e si vanno a schiantare. Pauroso incidente, poi la denuncia

2478

DSC_0073-1Un inseguimento all’americana, con tanto di sgommate per le vie del centro e volanti della Polizia a sirene spiegate, è finito con la cattura (poi denunciati a piede libero) di due giovani nisseni  di 18 e 17 anni, catturati dopo un ulteriore tentativo di fuga a piedi preceduto da un pauroso incidente in viale della Regione.

Tutto è iniziato in via Messina, quando la volante ha incrociato la Renault Scenic con i due giovani a bordo che procedevano a forte velocità in direzione di via Maddalena Calafato.

Intimato l’alt, l’auto non si è fermata, anzi ha accelerato, fuggendo a fari spenti. Iniziava quindi un inseguimento per le vie cittadine, da Via Calafato verso  Piazza Mercato Grazia, Via Pirandello, Via Rosso di San Secondo e Viale della Regione. Qui, all’’altezza dell’’Istituto Testasecca, il conducente della Renault Scenic ha perso il controllo del mezzo, finendo prima addosso a una Renault Clio parcheggiata, quindi perdendo aderenza, è salito sul marciapiede destro, finendo la sua corsa contro un palo di ferro dell’’illuminazione pubblica, quasi abbattuto.

incedente

Una volta fuori uso il mezzo, i due giovani sono fuggiti a piedi, ma subito bloccati dai poliziotti giunti nel frattempo di rinforzo.

I due giovani sono  incensurati, il conducente di anni 18 senza patente di guida e il passeggero, un 17enne.
Dalla perquisizione del mezzo, però, si è capito il motivo della fuga. Gli agenti hanno rinvenuto uno zainetto contenente un cavo di acciaio, diverse chiavi, un componente elettrico, punte di cacciaviti, un bilancino di precisione e altri oggetti dei quali i due giovani non sapevano fornire alcuna spiegazione.
Condotti in questura sono stati denunciati in stato di libertà per guida senza patente, ed entrambi per detenzione di oggetti atti allo scasso.
Sul posto intervenivano Vigili del Fuoco e personale dell’Enel per mettere in sicurezza i luoghi. Il palo della luce, infatti, è rimasto pericolante dopo l’incidente e pericoloso per i cavi scoperti. Il lampione, è stato catapultato a diversi metri di distanza, tanto forte è stato l’impatto.

Commenta su Facebook