Fuga di notizie su Messina Denaro, condannato il tenente colonnello Zappalà

241

Il gup del tribunale di Palermo Annalisa Tesoriere ha condannato a 4 anni il tenente colonnello dei carabinieri, in forza alla Dia, Marco Alfio Zappalà.

L’appuntato Giuseppe Barcellona ha invece patteggiato un anno. Il processo, che per quanto riguarda Zappalà si è svolto con il rito abbreviato, riguarda una presunta fuga di notizie relativa a indagini su Matteo Messina Denaro. L’ufficiale della Dia ha sempre sostenuto di essere un fedele servitore delle istituzioni, tesi che in primo grado non è stata creduta dal giudice per le udienze preliminari.

I pm Pierangelo Padova e Francesca Dessì, del pool coordinato dal procuratore aggiunto di Palermo Paolo Guido, hanno dimostrato che Zappalà avrebbe fornito all’ex sindaco di Castelvetrano (Trapani) Tonino Vaccarino la trascrizione della registrazione di un colloquio tra due indagati che parlavano fra di loro di vicende relative alla cosca e al latitante.

Vaccarino è processato a parte col rito ordinario e oggi il tribunale di Marsala (Trapani) dovrebbe emettere la sentenza nei suoi confronti.

Commenta su Facebook