Frode nelle pubbliche forniture e caporalato a Gela: sgominata associazione a delinquere, quattro arresti

467

La Procura della Repubblica di Gela – nell’ambito di indagini collegate con la Procura della Repubblica di Catania – ha richiesto ed ottenuto una ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Gela nei confronti di quattro soggetti, due in custodia cautelare in carcere e due agli arresti domiciliari, per i reati di associazione a delinquere, frode nelle pubbliche forniture e caporalato.

Nelle prime ore di questa mattina, l’ordinanza di custodia è stata eseguita dai poliziotti del Commissariato P.S. di Gela congiuntamente al personale della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Catania – Aliquota Carabinieri.

L’attività di indagine scaturisce da una incisiva, tempestiva e specifica azione volta al contrasto alla commissione delle frodi nella gestione di centri per Richiedenti Asilo.

Le Procure di Catania e Gela, titolari delle indagini collegate, illustreranno in una conferenza stampa congiunta, unitamente alle Forze di Polizia interessate, gli esiti più significativi delle indagini alle 11 presso la Procura della Repubblica di Catania, sala di Via XX Settembre.

Commenta su Facebook