Fratelli d’Italia su migranti: “Porteremo avanti interrogazione parlamentare su caso Caltanissetta”

292

Fratelli D’Italia Caltanissetta prende posizione in riferimento al provvedimento emanato dal Ministero dell’Interno, cui ha fatto seguito il bando esplorativo pubblicato dalla Prefettura di Caltanissetta, in relazione alla possibilità di ospitare 50 migranti sottoposti a misure di isolamento sanitario o di quarantena.

Il coordinamento nisseno del partito di Giorgia Meloni chiede al Sindaco Roberto Gambino ma anche a tutti i sindaci della provincia “di chiarire le proprie posizioni, pretendendo dal Governo un impegno affinché la proposta del Presidente della Regione Nello Musumeci cioè quella di sottoporre i migranti in quarantena presso una nave messa a disposizione da un armatore venga accettata formalizzando il contratto con questa, una proposta che va assolutamente considerata per garantire sicurezza ai nostri cittadini viste le perplessità del caso”.

In una nota congiunta anche il deputato nazionale On. Carolina Varchi conferma di essere al lavoro per presentare un interrogazione parlamentare sul “caso Caltanissetta”. La parlamentare afferma che “anche Caltanissetta costretta a pagare il dazio ai criminali dell’immigrazione incontrollata. Il Governo da un lato dice di chiudere i porti e dall’altro invita i Prefetti a reperire strutture da affittare per alloggiare i migranti arrivati su barchini e gommoni. Accogliere indiscriminatamente in questo momento rischia di vanificare gli sforzi fatti finora dai siciliani per contenere il contagio Covid. Serve un blocco navale al largo della Libia e quelli che sono già arrivati, in attesa di ricollocazione, vanno collocati su una nave in rada dalla quale certamente è più difficile scappare. Da Roma la smettano di prendere in giro i siciliani e chiudano davvero i porti anche per barchini e gommoni invece di limitarsi ad annunciarlo”.

Commenta su Facebook