Il francescanesimo nell’Arte. La reliquia di Santa Eustochia sarà esposta al monastero delle clarisse

1539

Sarà esposta dal 20 luglio al 20 agosto nel monastero delle Clarisse di Caltanissetta la Sacra reliquia di Santa Eustochia Smeralda Calafato, clarissa messinese del XV secolo e patrona delle Clarisse di Sicilia. L’arrivo della reliquia, realizzata in una tela di lino intrisa di sangue della Santa racolto nei giorni successivi alla sua morte, rientra nell’ambito del progetto di ‘museo diffuso’ avviato ormai da tempo dal museo Diocesano. “Si tratta – spiega la direttrice Francesca Fiandaca – della proposta di una singolare esperienza di fede e di gioia cristiana”.

L’incontro di venerdì 21 luglio alle 18,30 presso il Monastero di viale Luigi Monaco a Caltanissetta è intitolato “Il francescanesimo nell’arte” ed è stato pensato in accordo tra Museo Diocesano e le monache Clarisse per celebrare il ‘passaggio’ della reliquia.

La reliquia sarà accolta nel monastero, una delle tappe della ‘peregrinatio’, il prossimo 20 luglio, e vi resterà sino al 20 agosto. Tra gli eventi voluti per celebrare il suo passaggio, venerdì 21 luglio alle ore 18.30, l’incontro sarà l’occasione per raccontare il francescanesimo nell’arte, rilevando le suggestioni profonde che legano S. Eustochia alla pittura di Antonello da Messina, alle Vergini dipinte e a molte altre opere.

All’incontro relazioneranno Suor Chiara Francesca, madre Badessa del Monastero, Francesca Fiandaca direttore del Museo diocesano, padre Calogero Panepinto prefetto degli studi del’Istituto “Mons. Guttadauro” e lo studioso Giacomo Sorrenti.

Commenta su Facebook