Fotografato al ristorante. Catturato latitante nisseno in Germania

588

Un’indagine della Polizia di Stato di Caltanissetta consente di rintracciare un latitante in Germania, che viene riconsegnato così nelle mani della giustizia italiana. Il 12 marzo 2014 è stato estradato dall’autorità tedesca Giuseppe Enzo Di Gioia, classe 74, catturato dall’ INTERPOL su mandato di arresto europeo in relazione ad un ordine di esecuzione per la carcerazione di anni 2 mesi di reclusione. DI GIOIA, 39enne di Sommatino, era stato riconosciuto colpevole dei reati di tentata estorsione ed estorsione continuata sulla base delle dichiarazioni delle sue vittime Giacomo e Salvatore Mazza, in un’intricata vicenda di un furto di sostanza stupefacente e di propositi di omicidio dei responsabili.

Di Gioia fungeva da portavoce delle richieste degli altri imputati ed è stato protagonista della consegna dei documenti falsi con cui è stato chiesto un finanziamento FINDOMESTIC. Dopo la condanna, la Squadra Mobile, ha cercato il latititante Di Gioia in territorio nisseno, finendo le ricerche in Germania, dove è stato individuato. Lo spunto per la sua identificazione è arrivato da una foto casuale, scattata il 10 dicembre 2010 all’interno di un ristorante tedesco. Un particolare apparentemente insignificante, risultato invece decisivo per incastrare Giuseppe Enzo Di Gioia.

Commenta su Facebook