Fornitura di gas intestata a un morto. Denunciati due nisseni in Molise

839

Avevano intestato il contratto di una fornitura di gas ad un soggetto deceduto, ma sono stati incastrati dalla denuncia effettuata dal figlio, titolare di un’impresa molisana, fatta ai carabinieri di Montagano.

Così due nisseni sono stati denunciati in stato di libertà, in Molise, per il reato di truffa in concorso.

In seguito alla denuncia di un 52enne di Montagano, amministratore di una ditta locale, i Carabinieri del luogo hanno deferito una 24 enne, legale rappresentante di una ditta di forniture di energia e gas, e un suo dipendente 35enne entrambi di Caltanissetta.

Secondo quanto emerge dalle indagini, attraverso un meccanismo di sub-agenzie, sarebbe avvenuto il procacciamento illecito della fornitura di gas attestandola all’inconsapevole ditta del denunciante. Il contratto era stato stipulato con il nome del padre dell’uomo di Montagano, mediante una sottoscrizione apocrifa datata gennaio 2016, nonostante l’intestatario del contratto fosse in realtà deceduto già dal 2011.

Commenta su Facebook