Fornasero e La Rocca: “900 metri dividono la città”. E’ il collegamento mancante tra via Romita e via Rochester

1302

Gli architetti Mauro Fornasero e Giancarlo La Rocca hanno incontrato l’assessore ai lavori pubblici, Marcello Frangiamone sulla tematica del collegamento tra via Romita e via Rochester. Nell’incontro che definiscono franco e costruttivo, i due architetti hanno esposto che a seguito di una richiesta di accesso agli atti hanno constatato “che all’ufficio tecnico del Comune ad oggi non c’è alcun progetto che riguarda il collegamento della via Romita con la via Rochester. Come evidenziato precedentemente esiste soltanto, nel programma triennale delle opere pubbliche che continua ad essere inserito ciclicamente tra le opere da realizzare, un fantomatico collegamento tra la via Romita, la via Rochester e la via Mattarella che prevede un costo di realizzazione di sette milioni di euro, ma di tale collegamento non c’è traccia di progetto, non esiste nulla”.

“È stato indicato all’assessore il cammino che si ritiene utile percorrere per approdare ad un risultato concreto che consiste in due punti. Dare immediatamente incarico ad un tecnico (esterno o all’interno dell’U.T.C.) della redazione di un progetto di massima di uno stralcio minimo funzionale, per capire effettivamente quale cifra occorre per realizzare l’opera. Attivarsi alla ricerca di un finanziamento in funzione del progetto di massima, con l’obiettivo di realizzare l’opera prima della conclusione del mandato elettorale”.

L’assessore Frangiamone si è dimostrato interessato all’idea condividendo il metodo ma si è riservato, prima di esprimersi, di parlarne con il sindaco Roberto Gambino (che detiene la delega all’urbanistica) e con il dirigente del Comune Giuseppe Tomasella. “Ha preannunciato anche che è pervenuto un finanziamento da parte della Protezione Civile per il rifacimento del muro crollato dove appunto si interrompe oggi la via Romita, che a breve quindi sarà ripristinato. Da un calcolo sommario, la lunghezza di strada minima necessaria è di circa 900 metri, tale è la distanza che separa due grandi aree urbane della nostra città. In attesa di un veloce riscontro, gli architetti Fornasero e La Rocca, non abbassano la guardia sull’argomento, tanto più che sono stati sollecitati ad andare avanti da tantissimi cittadini”.

Commenta su Facebook