“Food4Planet”, due studenti del Liceo Classico partecipano agli eventi dell’Expo 2020 di Dubai

Il Liceo “Ruggero Settimo” di Caltanissetta partecipa agli eventi promossi e organizzati dal Ministero dell’Istruzione all’EXPO 2020 di Dubai dal 21 al 26 febbraio. Gli studenti Andrea Arnone di 4B classico e Chiara Galletta di 4C classico, accompagnati dalla professoressa Giusi Iannuzzo, saranno protagonisti attivi dell’hackathon internazionale sul tema della settimana “Food4Planet” a partire dagli obiettivi dell’ONU dell’Agenda 2030. Durante l’hackathon gli studenti nisseni insieme ad altri 8 studenti provenienti da diverse città rappresenteranno l’Italia e la scuola italiana in una challenge con studenti provenienti dagli Emirati Arabi Uniti sul futuro del cibo e della nutrizione come elementi chiave dello sviluppo sostenibile. Affronteranno delle maratone di co-progettazione, dove tutti i partecipanti, organizzati in gruppi, guidati da mentor e da esperti, si confronteranno con l’obiettivo di ricercare soluzioni, modelli o processi innovativi in grado di rispondere alle sfide loro presentate.

Il Ministero dell’Istruzione, protagonista già da ottobre 2021 all’EXPO 2020 di Dubai con eventi e iniziative con l’obiettivo di promuovere un confronto a livello globale sui tre grandi temi di questa esposizione universale – opportunità, mobilità e sostenibilità – per la settimana dedicata al cibo sarà presente, oltre che con la delegazione del liceo “Ruggero Settimo”, anche quelle dell’IPSSEO “B. Buontalenti” di Firenze, IIS “Busdraghi – Carrara” di Lucca, del liceo classico e linguistico “G. Leopardi” di Macerata e dell’IPSSEOA “R. Antonelli” di Rieti organizzando e finanziando la loro partecipazione.

Il Liceo “R. Settimo”, guidato dalla Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone, non è nuovo a queste attività, infatti è stato coinvolto negli anni in diversi progetti promossi dal MI quali “Futura Caltanissetta”, “Europea Summer Camp” nel luglio scorso e il Premio Scuola Digitale nell’ambito del PNSD.

Agli studenti l’augurio di vivere un’esperienza arricchente e unica che sarà certamente di stimolo per l’intera comunità scolastica.

Commenta su Facebook