Fiera di San Michele. Cittadini S.Luca infuriati. Giovani Udc chiedono bus navetta.

641

UDC giovaniSono già numerose le segnalazioni pervenute in redazione da cittadini esasperati per il traffico veicolare bloccato in prossimità del popoloso quartiere di san Luca a Caltanissetta a causa della fiera merceologica di Settembre che l’amministrazione comunale anche quest’anno ha deciso di far installare in via Rochester.

Tra le segnalazioni quella di una mamma del quartiere San Luca che telefonando in radio ha spiegato di aver impiegato oltre 2 ore per accompagnare il proprio figlio a scuola e far rientro a casa.

Roberto, sempre del quartiere San Luca, invece fa notare come la Fiera di San Michele veniva organizzata in via Rochester quando in quella parte di città c’era soltanto campagna. Appare invece assurdo, organizzarla oggi nello stesso luogo, dal momento che quella strada serve uno dei quartieri maggiormente abitati della città.

Dello stesso tenore le proteste su Facebook, come quella di Massimo che sottolinea come a San Luca abitino almeno 7 mila residenti e che tra tutti i quartieri è forse quello con la maggiore densità abitativa per chilometro quadrato.

Un coro unanime, insomma, che fa lievitare la tensione vissuta da automobilisti e residenti e non aiuta neanche gli operatori. I visitatori della fiera, infatti, il più delle volte sono costretti a scendere dalla salita del “castelletto”, via delle Calcare, per raggiungere la Fiera, sobbarcandosi, magari con bambini al seguito, una strada irta di curve, salite e senza marciapiede per i pedoni.

A tal proposito, per rendere più facile la vita dei visitatori, sia della parte merceologica che del luna park, allestito all’ex Foro Boario, e soprattutto per ridurre i tempi per raggiungerli, i giovani dell’Udc di Caltanissetta chiedono l’istituzione di bus navetta.

Un potenziamento del servizio della Scat che appare oggi un eufemismo, dal momento che di bus urbani ne circola soltanto uno a causa della crisi finanziaria vissuta dalla cooperativa, imposibilitata a far fronte a stipendi e costi per il carburante, in quanto creditrice di diversi enti, tra cui comune e Regione. “Risulterebbe molto utile – affermano i Giovani UDC – mettere a disposizione, da parte dell’Amministrazione comunale, dei bus navetta che facciano la spola tra queste due attrazioni che coinvolgono quasi tutti i cittadini nisseni, per garantire maggiore sicurezza e migliore fruizione delle offerte commerciali e dello svago. Consapevoli del momento di “crisi nella crisi” che vive la SCAT nissena per mancate ricezione di fondi pubblici-regionali, siamo convinti però che attraverso i Bus navetta si possa realizzare un servizio molto utile per i nisseni”.

Commenta su Facebook