Feto nato morto. La Procura indaga dopo la denuncia del genitore

2098

Un parto finito in tragedia, ieri, all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, nel nuovo reparto di Ginecologia, dove una puerpera di 39 anni ha dato alla luce un neonato che secondo i medici era già morto prima di nascere.

La donna, una badante marocchina che vive in città, è giunta in Pronto soccorso dopo aver accusato forti dolori, probabilmente contrazioni, e subito è entrata in sala parto. Era all’ottavo mese di gravidanza, alla 33ma settimana e per lei si trattava della prima gravidanza. Una gravidanza che pare fosse andata bene, senza alcun problema, la visita di controllo di due settimane fa che non aveva rilevato anomalie, salvo poi riservare un tragico esito al termine del parto prematuro.

Il marito della donna ha presentato una denuncia ai Carabinieri che hanno trasmesso gli atti in Procura. Il magistrato deciderà in queste ore se effettuare l’autopsia, esame probabilmente utile a stabilire in prima battuta se il bimbo sia nato morto e quando sarebbe subentrata la morte intra uterina.

Commenta su Facebook