"Festival maturo per un network nazionale". Tony Maganuco dopo la 23a edizione

553

Tony Maganuco - Red CAnzian Tony Maganuco è il patron del Festival città di Caltanissetta giunto alla 23a edizione. Un’edizione di cui si sta parlando molto. Ma cosa ne pensa lui che il Festival lo ha inventato?

<<Il festival oggi è un patrimonio della città – spiega a Radio CL1 notizie –  Nonostante le canzoni presentate siano tutte inedite, il pubblico ha gremito il teatro, tutto esaurito in ogni posto. Questa formula, con la presenza della giuria tecnica, offre un’opportunità concreta ai ragazzi. Red Canzian li ha chiamati uno ad uno ed ha voluto parlargli, avere un contatto. Sono nate anche prospettive importanti per alcuni di loro. Questo fa del Festival qualcosa di diverso. Che il festival “Città di Caltanissetta” abbia una collocazione nazionale per i giovani talenti, è un dato di fatto>>. IL riferimento di Tony Maganuco è alla formula Brani inediti-giuria tecnica che privilegia artisti con la passione per la musica a 360°. Non solo interpreti, ma anche arrangiatori, compositori, parolieri. Sono queste le figure che stanno dietro ogni singolo pezzo. Chiaramente è molto più complicato mettere su un Festival con soli inediti, uno sforzo che riescono a produrre soltanto Festival del calibro di Castrocaro terme, senza voler scomodare il solito Sanremo.

<<Il vincitore – prosegue – accede adesso alle pre-finali di Castrocaro, con uno stage di formazione a carico dell’organizzazione del Festival. Primo e secondo vanno anche al premio “Eleonora Lavore”, concorso nazionale in collaborazione con Mediaset. Inoltre Red Canzian ha chiesto a molti artisti il numero di telefono, cosa che ha fatto anche Gianluca Giudici, produttore di “Pinocchio Rock” e di artisti del calibro di Teo Mammucari. Il valore aggiunto è questo. Forse l’unica cosa che manca è una ripresa da parte di un network nazionale, per la quale i tempi sono maturi>>, conclude Maganuco che ritiene vinta la scommessa di mettere sul palco tre presentatori poco conosciuti con caratteristiche originali, Toto Venti e Donatelo Polizzi, tra l’altro conduttori radiofonici, e insieme a loro Mariangela Rizza. <<La radio ti dà una marcia in più per presentare un evento del genere>>, conclude.

Commenta su Facebook