Festival dell’Economia locale, serata finale: centro storico stracolmo, Sasà Salvaggio mattatore.

2532

Primo premio sezione scultura al maestro Giuseppe Petix per l'opera QAL'AT NISSA (4)Si è conclusa domenica 2 agosto, con una notevole presenza di pubblico, la 3ª Fiera dell’Economia Locale organizzata dalla Banca del Nisseno con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Caltanissetta. Tra gli ospiti di riguardo, l’europarlamentare Caterina Chinnici. L’evento, durato tre giorni, ha visto la partecipazione di numerosi artisti che hanno intrattenuto la folla di nisseni che ha riempito all’inverosimile  piazza Garibaldi e che, in attesa dello spettacolo passeggiava, gelato in mano, tra i vari stand degli espositori. Vorremmo parlare di tutti gli espositori ma, per ovvi motivi non è possibile.

A catturare particolarmente l’attenzione del pubblico lo stand della ditta “Risparmiotto” di S.Caterina che proponeva soffioni doccia e terminali da applicare a qualsiasi rubinetto, in grado di fare risparmiare dal 30 al 50% di acqua e lo stand di Gianluca Amico titolare del vivaio “Iris Garden” che esponeva piante di rara bellezza tra cui una bouganvillea di tre colori, bianco viola e giallo, talmente bella da sembrare finta.

Intervista a Giuseppe Vallone ditta “Risparmiotto”

Intervista a Gianluca Amico vivai “Iris Garden”

La serata finale, condotta con la consueta bravura da Roberta Curatolo,  è cominciata con la consegna delle numerosissime borse di studio a Primo premio sezione Pittura al maestro Calogero Ciulla per l'opera MOSTRI MARINI (4)studenti di ogni ordine e grado ed anche a laureati e ricercatori. Subito dopo si è passati alle varie esibizioni dei “nuovi talenti”, veri o presunti che fossero, ma pur sempre da ammirare per la disinvoltura con cui si sono messi in gioco. Ai nuovi talenti si sono succeduti sul palco, gli AzëTango, un gruppo formato da una coppia di ballerini di tango ( Simona Giannetto e Domenico Di Vincenzo), Enrico Falzone alla fisarmonica e Giuseppe Paxia alla Chitarra. Condotti dalla brava  Anita Donisi nelle vesti di cantastorie, gli AzëTango hanno portato sul palcoscenico  una originale espressione artistica in termini di canto, recitazione e musica. Originale e forse un po’ estroso, ma in linea con l’originalità della performance, l’abito indossato da Anita Donisi, creato da Miriam Ognibene e da Mary Lauricella.

DSC_5426Dopo il cabaret di Michele Cordaro ed il concerto dei Carnaby, giuria sul palco per la premiazione del concorso di Pittura e Scultura intitolato a Gino Morici.

Primo premio per la sezione Scultura al maestro Giuseppe Petix per l’opera “Qal’at Nissa” cosi denominata in omaggio al nome originario di Caltanissetta. Ribalta anche per due opere cosiddette “segnalate” e precisamente “A Mario Zurli, i carusi” di Maurizio Tomasello e “Il castello delle donne” di Maria Catena Aldisi.

Per quanto riguarda la sezione pittura, il primo premio è stato assegnato a”Omaggio a Michele Tripisciano, mostri marini” di Calogero Ciulla. Opere segnalate “ Una moderna antichità in centro storico:il bizzarro primato nisseno” dell’artista Simona Correnti e “Omaggio a Scarabelli” di Fausto Roberto Rizzo.

Infine, il premio speciale “Gino Morici” è stato assegnato al maestro Roberto Caputo per l’opera “L’arte nel tempo tra lavoro e crisi”.

Intervista al cabarettista Sasà Salvaggio

A conclusione della serata l’attesissima esibizione del noto cabarettista Sasà Salvaggio che ha divertito il pubblico con la sua comicità tratta Grande spettacolo di Sasà Salvaggio (7)dalla vita quotidiana. “Il pubblico ride – ci dice – quando ciò che viene detto sul palcoscenico, ovviamente intriso di ironia, lo riporta agli avvenimenti che anche lui vive tutti i giorni o che, comunque, conosce bene”.

Infine tutti sul palco, per i saluti finali, i ringraziamenti del prof. Giuseppe Di Forti presidente della Banca e la gradita promessa di un arrivederci al 2016.

Premiati concorso di pittura e scultura – Premio Gino Morici

Borse di studio assegnate dalla Banca del Nisseno

 

Nota della Redazione:

a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              

Cliccare sulle foto per ingrandirle

Commenta su Facebook