Festival Città di Caltanissetta, l’amministrazione replica: “E’ stato Maganuco a chiedere il rinvio”

381

Avendo appreso con stupore le dichiarazioni del responsabile del Festival di Caltanissetta, Tony Maganuco, l’amministrazione comunale intende chiarire le circostanze riportate secondo una versione rispondente al vero.

Il Festival di Caltanissetta aveva ricevuto la disponibilità del teatro Margherita per i primi giorni di aprile, così come chiesto dall’associazione che organizza l’evento. Successivamente è stato lo stesso organizzatore a chiedere un rinvio di un mese che, a quanto risulta da diversi contatti, non sarebbe legato alla presunta incertezza circa la disponibilità del teatro Margherita.

Non corrisponde al vero che l’amministrazione non abbia voluto sostenere il festival. Così com’è avvenuto con altre manifestazioni, nello schema di bilancio approntato sono presenti i contributi per le manifestazioni culturali tra cui il festival. Contributi che saranno estensibili quando il bilancio verrà esitato dal Consiglio comunale. Un iter identico a quello degli altri anni con l’unica differenza che l’approvazione del bilancio sarà di competenza della prossima amministrazione e non dell’attuale. Chiunque succederà al governo della città siamo certi vorrà confermare i contributi per le storiche manifestazioni culturali della città di Caltanissetta.

Nonostante i tagli subiti nel corso degli ultimi anni, il Comune di Caltanissetta ha mantenuto l’impegno a sostenere tutte le manifestazioni consolidate tra le quali il Festival di Caltanissetta che ha sempre ricevuto il contributo del Comune.

Nei giorni scorsi il sig. Maganuco ha incontrato i dipendenti comunali responsabili del teatro Margherita, chiedendo di spostare le date del Festival, inizialmente previsto per i primi giorni di aprile, in quanto aveva bisogno almeno di un altro mese presumibilmente, si ritiene, per la raccolta degli sponsor. Ha indicato delle date per la fine di maggio che purtroppo erano già occupate da un’altra manifestazione. Gli è stato quindi chiesto di individuare date diverse con l’assicurazione che quelle da lui indicate, qualora si fossero liberate, sarebbero state prenotate per il Festival di Caltanissetta.

La comunicazione formale da parte degli uffici della disponibilità del Teatro per i giorni dal 3 al 6 aprile era stata preceduta dalle interlocuzioni avute dall’organizzazione del Festival con i responsabili del Teatro che avevano già anticipato tale disponibilità.

L’occasione è utile per chiarire una regola stabilita dalla legge nel periodo successivo alla convocazione dei comizi elettorali. L’ente locale non può concedere l’utilizzo del Teatro e di altri immobili comunali a titolo gratuito ovvero con riduzioni. In periodo elettorale il teatro e gli altri locali comunali possono essere concessi esclusivamente a fronte del pagamento della tariffa prevista dai regolamenti.

Commenta su Facebook