"Festa dell'arte", l'entusiasmo sconfina, salotto deturpato

839

Quando hanno aperto le saracinesche dei loro negozi hanno trovato gli arredi urbani imbrattati di colore, così come alcune facciate di palazzi e fioriere poste in corso Umberto. E così la giornata dell’arte studentesca ha sucscitato in numerosi cittadini ed esercenti un certo malcontento per una gestione che ha consentito all’esuberanza dei ragazzi di sconfinare, deturpando il “salotto” della città.
Gli studenti delle scuole superiori che a centinaia hanno partecipato alla festa dell’arte martedì in corso Umberto, hanno utilizzato colori lavabili e body paint che dovrebbero essere rimossi senza particolari problemi. Ciò che non è andato a genio a tanti osservatori è che le operazioni di pulizia dovevano essere effettuate dai partecipanti alla giornata organizzata dalla Consulta degli studenti e che vi sarebbeo dovuto essere un maggiore controllo da parte della Polizia Municipale.

Commenta su Facebook