Festa dell’albero a Caltanissetta, presentato il programma dal 17 novembre al 9 dicembre

196

Al via dal 17 novembre fino al 9 dicembe a Caltanissetta la Festa dell’Albero, un percorso di cura del territorio durante il quale saranno piantumati sul territorio 600 nuovi alberi. A partecipare saranno bambini, ragazzi, adulti, italiani e stranieri. “La cittadinanza – ribadiscono le associazioni promotrici dell’iniziativa Legambiente, Wwf Sicilia, Lipu, Italia Nostra – non è un atto burocratico, bensì è sentirsi parte e prendersi cura di un territorio e di una comunità. In questo paese fragile le vere paure da combatteresi chiamano: bombe d’acqua, frane, alluvioni, terremoti, inquinamenti, esaurimento delle risorse. Tutti temi che chiamano in causa l’incapacità di adottare politiche concrete per contrastare i cambiamenti climatici e ripensare un nuovo modello di sviluppo. Per tutelare il nostro territorio dobbiamo piantare e non togliere, costruire alleanze e non muri e recinti, con il contributo di tutti”. Gli alberi saranno piantati in luoghi significativi per marginalità e bassa integrazione tra le persone, ma anche luoghi legati al dissesto idrogeologico, al forsennato consumo di suolo, alla carenza di aree verdi, facendo comunità intorno a cause che riguardano tutti. La novità di quest’anno è che chiunque potrà, tramite sottoscrizione di un contratto, adottare un albero.

Il programma. Per quanto riguarda l’educazione ambientale con le Scuole Primarie e Secondariedi primo grado vi saranno momenti formativi a La Roverella e al Parco Dubini, il 19, 23 e 30 novembre, il 4 e 6 dicembre. Mentre il 27 novembre sarà la volta delle Maccalube di Terrapelata, Sabucina e la riserva di Capodarso). I momenti formativi del 19 e 30 novembre a LaRoverella saranno gestiti dalla Lipu (Aldo Sarto e Denise Pernaci) e dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, ispettore Antonio Benedetto Lupo. Al Parco Dubini sanno invece presenti gli operatori della RNI Lago Sfondato (Fabriia Mancuso e Marco Albano) i volontari di Legambiente, Wwf e Italia Nostra. Qui saranno piantate alcune essenze, protette con rete, alcune roverelle spontanee e allocato un nido per uccelli.

I momenti formativi del 23 novembre, del 4 e 6 dicembre vedranno protagonisti anche i ragazzi dello Sprar “I Girasoli”. La mattinata del 27 novembre si realizzerà una visita guidata a Sabucina e a Monte Capodarso gestita da Italia Nostra, in particolare da Carmelo Bartolotta. Qui saranno presenti gli operatori della Riserva Naturale Orientata, piantumati alberi e realizzati momenti formativi e informativi.

Banchetti informativi, con la promozione di adozione degli alberelli, sranno presenti in corso Umberto (17 e 18 novembre), piazza Mercato Grazia (1 e 7 dicembre). Domenica 25 novembre saà la volta della “Guerrilla Gardnening” in città con ghiande di quercia. Sabato 8 dicembre passeggiata “Un albero nel cuore” da Prestianni a Borgo Santa Rita e domenica 9 dicembre Festa finale al Parco Dubini con stand informativi, distribuzione di piantine, ecotracking e special bike.

Commenta su Facebook