Festa della Polizia 2015. Il Prefetto Cucinotta: encomi e lodi, conseguenza della professionalità.

1668

DSC_9439Alla presenza di tutte le autorità civili militari e religiose si è svolta, nel piazzale antistante la questura, la celebrazione del 163° anniversario di fondazione del Corpo di Polizia. Dopo i saluti alle autorità il  dott. Giuseppe Acciaro, vicario del Questore in sede vacante, ha detto: «oggi festeggiamo il 163° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato in forma sobria ma ugualmente, consapevolmente sentita, per dare maggiore significato al tema scelto dal nostro capo: “esserci sempre”. questa locuzione indica il nostro costante impegno da concretizzare coi fatti: più agenti sulle strade, nelle piazze, nelle scuole, preparati e pronti a dare risposte alla domanda di sicurezza della società. Il modello che vogliamo realizzare non è la “militarizzazione” del territorio, tendiamo a realizzare, invece, l’integrazione funzionale della Polizia di Stato nei vari ambiti, da quelli produttivi a quelli formativi e ricreativi, in cui si sviluppa l’agire sociale. Un modello di sicurezza che si riassume nel concetto di “polizia di prossimità. Assicurare alla giustizia chi si é reso colpevole di reati – ha poi continuato il dott. Acciaro –  aumenta il senso di sicurezza da parte dei cittadini e la loro fiducia nelle istituzioni; e per questo devo ringraziare il personale della Squadra Mobile e la sua ormai collaudatissima professionalità. La sua attività in generale e la collaborazione con l’associazione antiracket di Gela hanno contribuito a cambiare il volto di quella città».
Intervista a S.E.il Prefetto Maria Teresa Cucinotta

Parole di elogio anche per la Digos, la Polizia Amministrativa, la Divisione Anticrimine,  l’Ufficio Immigrazione, la Polizia Scientifica e l’Ufficio Sanitario e di ricezione delle denuncie.
“Al Signor Prefetto – ha detto in conclusione del suo intervento – esprimo un grazie per la sensibilità e l’attenzione dimostrata verso i temi DSC_9421della sicurezza del territorio e nei confronti delle contingenti problematiche economiche e di dotazione che angustiano gli operatori di polizia”.
Infine, rivolgendosi agli organi di stampa, che ha ringraziato, ha significato la disponibilità della Questura per il prosieguo di un costante e trasparente rapporto”.
“Un riconoscente saluto – ha detto anche il dott. Acciaro rivolto all’Autorità Giudiziaria – per l’accorto coordinamento che ha consentito tutti i successi registrati. Alle altre forze di Polizia ed ai loro comandanti, un compiuto grazie per la qualità e l’intensità della collaborazione raggiunta che già da tempo ha consentito di effettuare congiuntamente specifici servizi.
Intervista al v.Questore Maria Grazia Milli, comandante della Polizia Stradale

Come consuetudine, sono stati letti i messaggi del Capo dello Stato Sergio Mattarella, del  Capo della Polizia Alessandro Pansa e del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Un buffet, al primo piano della Questura, ha concluso la sentita cerimonia.
Numerosi le lodi e gli encomi, conferiti nel corso della cerimonia, di cui con link a parte, pubblichiamo l’elenco completo e le relative motivazioni.
Premiati e motivazioni
Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery, per farne uso pubblico, ricordiamo l’obbligo di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″.
Cliccare sulle foto per ingrandirle

 
 

Commenta su Facebook