Fermato un ventenne irreperibile dal 2017. Accusato di diversi furti quando era minorenne

362

La Polizia di Stato rintraccia ventenne irreperibile dal 2017, colpito da misura cautelare per svariati reati contro il patrimonio. Il giovane è stato anche denunciato per aver dichiarato false generalità ai poliziotti, al fine di sfuggire alla misura restrittiva.

I poliziotti della sezione volanti hanno rintracciato un ventenne nisseno, gravato da pregiudizi di polizia per furto in abitazione, furto aggravato, minaccia, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, evasione, danneggiamento e altro, reati commessi da minorenne, colpito da provvedimento di rintraccio emesso dal Tribunale per i minorenni di Caltanissetta che nel giugno scorso, di seguito alle sue vane ricerche, ha anche dichiarato la latitanza del giovane.

Sabato sera, nel corso dei servizi di controllo del territorio, un equipaggio della Polizia di Stato in via Re d’Italia ha fermato due giovani appiedati, uno dei quali alla loro vista aveva accelerato l’andatura cercando di allontanarsi per sfuggire al controllo. Quest’ultimo ai poliziotti ha riferito delle generalità poi risultate false per sottrarsi all’esecuzione della misura restrittiva, cui sapeva di essere sottoposto. In ragione di ciò è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica, per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla propria identità personale. Gli accertamenti dattiloscopici eseguiti dalla polizia scientifica hanno consentito di disvelare la vera identità del fermato che, come disposto dalla direzione dei centri per la giustizia minorile di Palermo, è stato trasferito presso una comunità a disposizione dell’A.G. Il giovane nel 2017, ancora minorenne, era stato colpito dalla misura cautelare della permanenza in casa, alla quale si era sottratto rendendosi irreperibile fino al rintraccio di sabato sera.

Commenta su Facebook