Faraone incontra il mondo della sanità nissena. Il sottosegretario ottimista sullo sblocco delle assunzioni

974

IMG_4642Una giornata a Caltanissetta per il sottosegretario di stato alla Salute, Davide Faraone. In mattinata in visita all’ospedale Sant’Elia, accompagnato dal management dell’Asp 2, Carmelo Iacono, Marcella Santino e Alessandro Mazzara e dal direttore del presidio, Raffaele Elia. Faraone ha visitato anche i locali della nuova Tac-Pet e quelli del pronto soccorso che sorgerà nei nuovi locali dell’Obi adiacenti a quello attuale. Poi si è recato a Casa Famiglia Rosetta per chiudere la mattinata al ristosolidale “Un posto tranquillo”. Infine tutto il pomeriggio è stato nella sede dell’Ordine dei medici di Caltanissetta dove ha incontrato numerose delegazioni.

“Tutelare la professionalità degli operatori della Sanità equivale a garantire ai cittadini servizi di qualità. Parlare con chi vive i problemi nell’ambito del sistema sanitario ci aiuta sicuramente a risolverli”, ha detto Faraone, incontrando presso la sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri le delegazioni delle categorie professionali che operano nel settore.

IMG_4644Nella mattinata il sottosegretario si è dichiarato ottimista sulla possibilità che i concorsi nella sanità in Sicilia possano essere sbloccati prima della fine del mandato dell’attuale governo regionale.

“Occorre investire tanto in sanità, un settore strategico e interfaccia immediata per tutti i cittadini”, ha detto Faraone a margine della visita al Sant’Elia. “Bisogna in Sicilia spendere bene le risorse e noi oggi presto chiuderemo con la rete ospedaliera e potremmo sbloccare i concorsi e le assunzioni, colmando il vuoto d’organico. Allo stesso tempo occorre far emergere le eccellenze che abbiamo. Ci sono tante belle esperienze e qui ne stiamo visitando alcune, guardiamo al positivo”.

Far funzionare i pronto soccorso, abbattere le liste d’attesa. Sono le priorità indicate dal sottosegretario alla Salute del governo Gentiloni che annuncia: “Conto nelle prossime giornate di dare una buona notizia ai siciliani, ovvero che verranno sbloccati i concorsi. Questa visita mi serve ad avere conferme su ciò che già conosciamo”.

Ascolta l’intervista

IMG-20170220-WA0014Di pomeriggio l’esponente del Governo nazionale, accolto dal presidente dell’Ordine, Giovanni D’Ippolito, e dai membri del consiglio direttivo, ha ringraziato i rappresentanti dei medici per aver accolto l’invito all’incontro che ha permesso di focalizzare le problematiche esposte nel corso delle audizioni. “Ringrazio il sottosegretario Faraone per l’attenzione che ha manifestato ai medici e al personale sanitario – ha detto il presidente D’Ippolito – è una visita che ci gratifica, perché riteniamo che soltanto grazie al confronto tra istituzioni e professioni sia possibile ottenere i risultati che portano al miglioramento dell’assistenza sanitaria al servizio dei cittadini ”.

Il sottosegretario Faraone, durante la sua visita all’OMCeO di Caltanissetta, ha incontrato una delegazione dei direttori del Distretto sanitario e dei direttori ospedalieri, i pediatri di base, i rappresentanti della medicina generale, i sindacati, la delegazione trattante dell’area medica, veterinaria e psicologica, il collegio degli infermieri, le ginecologhe del Consultorio, le assistenti sociali, i precari, gli esponenti di Federfarma e una rappresentanza della sanità privata.

Commenta su Facebook