Famiglia molestata. Cinque consiglieri chiedono un posto fisso di pubblica sicurezza in centro storico

661

“Ancora una volta, e nonostante l’innegabile incremento dei controlli, i consiglieri richiedono ulteriore sicurezza in centro storico, alla luce degli ultimi gravi episodi che hanno visto quello che un tempo era “il salotto buono della città” diventare, troppo spesso, un palcoscenico naturale di risse, spaccio, aggressioni, capannelli di ubriachi e luogo di diatribe a sfondo etnico-religioso”.

Lo scrivono i consiglieri comunali Alessandro Maira, Gianluca Bruzzaniti, Guido Delpopolo, Manuela Margherita, Calogero Bellavia, avendo appreso nel corso dei lavori di commissione del grave episodio accaduto alla Consigliera di San Cataldo Marianna Guttilla, che nella serata di martedì è stata inseguita ed accerchiata da un gruppo di cittadini extracomunitari mentre passeggiava per le vie del centro storico di Caltanissetta con i propri bambini, esprimendo “solidarietà alla collega”.

“Più volte – proseguono i consiglieri nisseni – è stata sollecitata l’istituzione di un presidio fisso, ove le forze dell’ordine municipali possano assicurare la loro presenza, il controllo e il pronto intervento in caso di bisogno a salvaguardia dell’incolumità dei nostri concittadini. A seguito del grave episodio verificatosi nella serata del 29 Dicembre, in pieno periodo natalizio, in una location molto frequentata, viste le parecchie iniziative di spettacolo e culturali organizzate, su un problema quanto mai attuale e sentito come quello dell’immigrazione, pesa, ancora una volta il silenzio di una Amministrazione che troppo spesso si nasconde nell’affrontare tale tematica”.

La nota is conclude con l’auspicio “che l’amministrazione concordi immediatamente con i responsabili di tutte le altre forze dell’ordine e con il Prefetto le modalità di istituzione e di funzionamento di un presidio fisso di pubblica sicurezza in centro storico”.

Commenta su Facebook