"Fai gol nella vita". Torneo di calcetto all'Istituto penale minorenni

822

Continuano le attività all’interno dell’Istituto Penale per i Minorenni di Caltanissetta in favore dei giovani ospiti , giovedì 9 luglio si concluderà l’avvincente torneo di calcetto organizzato dall’ufficio educatori che ha visto la partecipazione di sei squadre della città.
Si sono incontrate con grande sportività in campo i Ruggerini, squadra composta da giovani studenti del locale Liceo Ruggero Settimo, la Nissa, le Pantere squadra composta dalle forze dell’ordine, l’Auxilium formata dagli ospiti del Centro di Pian Del Lago, la squadra composta dai giovani detenuti presso l’Istituto Penale Minorile e i “The winners” formata dai ragazzi ospiti della Comunità Penale per Minori di Caltanissetta.
La particolarità dell’evento sta ancora una volta nella capacità di fare rete con il territorio mettendo in relazione giovani provenienti da realtà diverse ma soprattutto portatori di culture differenti.
La Direttrice dell’IPM, Dott.ssa Maria Grazia Carneglia, sottolinea come queste attività servono per vincere i pregiudizi e gli stereotipi sul carcere che spesso albergano nella mente di alcune persone che non conoscono questa realtà e il lavoro di recupero che i svolge all’interno.
Altro aspetto che va sottolineato riguarda l’assenza di finanziamenti o sovvenzioni, che nonostante tutto conferma, ancora una volta, la qualità del lavoro portato avanti, dagli educatori Annalisa Arcoleo e Maria Mercadante che insieme al responsabile dell’ufficio educatori Vincenzo Indorato e dal personale della Polizia Penitenziaria nel trasferire modelli di buone prassi d’integrazione tra pubblico e privato, sempre percorrendo la strada del reinserimento sociale.
La finale del torneo per il terzo e quarto posto tra Auxilium e Ruggerini si svolgerà giovedì 9 luglio alle ore 16,00 prima della finalissima che vedrà affrontarsi in campo le Pantere, squadra composta da personale interno e Polizia Penitenziaria, capitanata dall’Ispettore Spanò vero top player della squadra, contro la squadra dei giovani ospiti dell’IPM “Giovani Speranze” che concorrono anche per l’assegnazione del capocannoniere grazie al giovane Fabrizio autore di innumerevoli gol degni di altri palcoscenici.
Il momento più significativo del torneo sarà dopo lo svolgimento delle gare quando la Direzione insieme agli educatori premieranno gli atleti e le squadre che hanno partecipato, ringraziando tutti i giovani partecipanti per aver regalato autentici momenti di sano divertimento.
Fai gol nella vita vuole veicolare, grazie ai valori dello sport, messaggi di diversità che si trasformano in momenti di piacevole integrazione tra giovani portatori di esperienze diverse ma uguali nella bellezza della loro età e dei loro bisogni comuni.

Commenta su Facebook