Ex Provincia, come si vota? Appuntamento con le Elezioni il 20 novembre

916

Si svolgeranno domenica 20 novembre le elezioni dei presidenti e dei consigli dei liberi Consorzi comunali di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa e Trapani. Il decreto del presidente della Regione pubblicato oggi sulla Gazzetta spiega, inoltre, che le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 22.

Come funziona il voto per le ex Province, enti di secondo livello i cui vertici non vengono più scelti dagli elettori?

Il Presidente del libero Consorzio comunale è eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali, in carica, dei comuni del libero Consorzio comunale. Con separato decreto, l’assessorato regionale alla Funzione Pubblica dovrebbe pubblicare il regolamento per lo svolgimento di determinati adempimenti, primo tra tutti, le modalità di attribuzione del voto ponderato dei sindaci e dei consiglieri comunali in carica, ad esempio, dei 22 comuni della provincia di Caltanissetta, sulla base del “peso” per numero di abitanti. Regolamento, denuncia Sicilia Futura, di cui non v’è ancora traccia, anche se la legge indica già i parametri che si dovranno adottare.

A fianco del presidente del Libero Consorzio di Caltanissetta potrà ci sarà un Consiglio di dieci rappresentanti, scelti sempre tra sindaci e consiglieri in carica e un’Assemblea composta invece da tutti i sindaci dei 22 comuni.

Il Consiglio del Libero consorzio comunale è l’organo di indirizzo politico e di controllo del’Ente di area vasta e approva regolamenti, piani, bilanci, etc..

L’Assemblea invece, composta da tutti i sindaci, ha principalmente  poteri consultivi e propositivi e la facoltà di respingere una proposta di Statuto esitata dal Consiglio.

 

Commenta su Facebook