Ex proprietari via Redentore chiedono incontro al Sindaco, interviene la Municipale. (Ascolta)

928

proprietari via Redentore al ComuneQualcuno alza la voce per farsi sentire ma non è questo che determina la tensione a palazzo del Carmine, quanto il diritto negato alle famiglie di via Redentore. Un gruppo di ex proprietari di casa del condominio di via Redentore, ceduto allo IACP , ha tentato di entrare a Palazzo del Carmine per parlare con il sindaco Michele Campisi, per un incontro la cui richiesta, dicono, era stata protocollata.

Accompagnati da Salvatore Porsio, del movimento difesa del cittadino, gli ex proprietari chiedono risposte urgenti su un alloggio temporaneo. Quattro anni fa avevano ceduto le proprie case, giudicate pericolanti, per far costruire un nuovo edificio allo IACP che al termine dei lavori di costruzione di un nuovo e più grande edificio avrebbe loro assegnato le case mentre i rimanenti alloggi sarebbero stati assegnati alle famiglie in graduatoria.

Ma i tempi, come è noto si sono dilatati e a giugno scadono i termini per iniziare i lavori. In tal senso lo Iacp ha garantito che farà di tutto per avviare la posa della prima pietra entro il mese di giugno. Gli ex proprietari, in particolare, hanno chiesto al sindaco una soluzione provvisoria in attesa di rientrare in possesso della casa, ovvero un alloggio.

Ascolta l’intervista a uno degli ex proprietari aventi diritto all’alloggio e a Salvatore Porsio (Mdc)

Commenta su Facebook